Nasce il Formas, la 'casa' regionale Toscana della formazione in sanità

Ha preso oggi il via, con una intensa giornata di studio, il Formas, Laboratorio regionale per la Formazione Sanitaria, che ha sede a Firenze, presso Villa La Quiete alle Montalve, ra gli
obiettivi della nuova struttura quello di mettere a disposizione del Sistema sanitario regionale strumenti formativi innovativi e sostenibili, coerenti con le strategie regionali e con le
aspettative delle varie comunità professionali. Il Formas curerà eventi formativi di eccellenza, per sviluppare nuove competenze attraverso la sperimentazione di percorsi
disciplinari e multidisplinari e introdurrà nell’offerta formativa anche elementi di valutazione, ricerca e sperimentazione.

“La formazione in sanità avrà così una casa comune – ha affermato l’assessore regionale per il diritto alla salute Enrico Rossi – ma ancora prima un profilo elevato di
confronto, di scambio dialettico e di sinergia fra quelle forze positive del mondo della formazione che sono già al lavoro da anni con successo nella nostra regione. L’esperienza di
questi anni ha portato la Toscana ad essere vista nel quadro nazionale come modello positivo di sistema per la formazione continua, grazie ai numerosi interventi sperimentali innovativi, come
l’anagrafe formativa, la formazione sul campo, il processo per le linee guida. Il nostro modello ha raggiunto un buon livello complessivo ed è uscito confermato dall’accordo
Stato-Regioni dell’agosto scorso. Ma questo sistema, occorre dirlo, è in realtà assai difforme per qualità e capacità gestionale e non sempre al passo sia con i
fabbisogni di formazione degli operatori sia con un quadro caratterizzato da una sempre più forte integrazione con le università e con il mondo delle professioni. Il Formas ci
puo’ aiutare a compiere un salto di qualità”.

“Il laboratorio regionale per la formazione sanitaria rappresenta un importante risultato del fruttuoso rapporto tra Regione, Università e Servizio Sanitario – a affermato il rettore
dell’Università Augusto Marinelli – L’iniziativa ha anche forti caratteristiche di innovazione, soprattutto perché riporta la formazione permanente dell’area sanitaria nell’ambito
di una stretta collaborazione con la Facoltà di Medicina e con l’Università, di conseguenza con la didattica e la ricerca più avanzate. Credo che questo sia un esempio se
non unico, sicuramente originale nel panorama italiano. E’ motivo di soddisfazione per me anche poter constatare che Villa La Quiete, recentemente acquisita dalla Regione Toscana, come sede del
Laboratorio conserverà una destinazione pubblica, e anzi un utilizzo nuovamente legato alla formazione”.

Lo scenario in cui si muove il Laboratorio non è solo regionale ma prevede con eventi che avranno coinvolgimento a livello nazionale ed internazionale, valutati da una direzione
strategica guidata dal professor Gianfranco Gensini. Il Formas si articola in varie aree di attività: struttura tecnico-amministrativa, rapporti con la committenza, formazione e alta
formazione universitaria, produzione e gestione dei corsi, formazione attraverso le tecnologie informatiche, FAD ed e-learning, comitati scientifici e qualità dei corsi, promozione
dell’innovazione e della ricerca. Il progetto del Laboratorio è stato realizzato dall’Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi.

Susanna Cressati

Leggi Anche
Scrivi un commento