Nasce a Caserta la prima mozzarella di bufala Halal

Nasce a Caserta la prima mozzarella di bufala Halal

L’Italia offre la prima mozzarella di bufala halal e quindi osservante dei canoni alimentari dell’Islam.

L’idea del formaggio nasce dall’impulso di Antonio Lucisano, direttore del consorzio di tutela della mozzarella di Bufala campana DOP, che si è avvalso dell’aiuto dell’Imam Abdallah
Massimo Cozzolino e di Zayd Ibn Thabit, presidente dell’associazione culturale islamica.

Se non altro, il team multiculturale ha preso atto delle notevoli potenzialità del settore dei cibi religiosi. In base alle statistiche, il mercato è quattro volte quello del
biologico, potendo contare su 2 miliardi di potenziali acquirenti.

Allora, via libera alla mozzarella halal che unisce il rispetto delle norme di Corano e Sharia con le regole della tradizione casara. Lucisano fa infatti notare come le specifiche degli
alimenti halal “Non sono da ricercare nel prodotto ma nel percorso lavorativo, che prevede vincoli dettati dalla religione islamica, come ad esempio l’utilizzo di prodotti senza alcol per la
pulizia degli impianti o l’indicazione della data di produzione oltre a quella di scadenza”.

Perciò, il nuovo formaggio soddisfa sia il consumatore musulmano che quello che vuole la classica mozzarella. Esso è infatti “Esempio virtuoso della capacità di coniugare
tradizione del prodotto e innovazione del mercato, che offre nuove opportunità da cogliere senza intaccare l’eccellenza della mozzarella di bufala campana DOP”.

La mozzarella halal verrà prodotta da un’azienda di Castel di Sasso, in provincia di Caserta, che ha ottenuto l’apposita certificazione religiosa.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento