Mozzarella: il prodotto campano è sicuro

L’agricoltura italiana paga, ancora una volta, gli allarmismi e le deduzioni precipitose sulla salubrità dei prodotti agroalimentari del nostro Paese, sono bastate poco più di due
settimane di «allarme mozzarella di bufala inquinata» per mettere in ginocchio un comparto, con danni quantificabili in 100 milioni di euro.

E’quanto afferma la Cia-Confederazione italiana agricoltori, dopo i risultati emersi dai controlli sui caseifici campani che hanno dimostrato, nella stragrande maggioranza dei casi, la
bontà e la sanità della mozzarella.

Ora -prosegue la Cia- auspichiamo giusti e rapidi indennizzi ai soggetti danneggiati e l’applicazione delle misure previste nei casi di provate crisi di mercato, quali la sospensione degli
oneri previdenziali e la proroga dei mutui e delle cambiali agrarie, oltre che una penetrante campagna di promozione e valorizzazione della mozzarella di bufala campana verso i consumatori.

Al fine di evitare per il futuro facili e dannose «semplificazioni» -conclude la Cia- chiediamo che i controlli, effettuati in una situazione di emergenza, siano duraturi e
diventino una regola a tutela delle aziende agricole e dei consumatori.

Leggi Anche
Scrivi un commento