Morti bianche: non se ne può più

I lavoratori del settore saccarifero hanno deciso di devolvere due ore di lavoro alla famiglia di Luca Celiani, l’operaio di 32 anni morto il mese scorso nello stabilimento di Pontelagoscuro,
un’iniziativa sicuramente lodevole di cui dare notizia, visto che ormai le morti sul lavoro notizia non la fanno più.

La trasgressione dei più elementari principi in materia di sicurezza è stata la causa dell’ennesimo, irrimediabile incidente. Come non ci si stanca di ripetere, chi continua a
considerare la sicurezza sul lavoro un costo non è degno di una società civile. Nel ribadire come perdere la vita nel compiere onestamente il proprio lavoro sia assurdo,
inconcepibile e inaccettabile, a pochi giorni dalla tragedia Fai, Flai e Uila hanno indetto 4 ore di sciopero dell’intero comparto.
Per i dipendenti del settore che volessero aderire alla campagna di solidarietà in favore dei familiari della vittima, queste sono le coordinate del conto sul quale far pervenire i
contributi:

c/c 000000012401 intestato alla Sig.ra Pina Di Monte (moglie di Luca)
Banca: Cassa di Risparmio di Ferrara – Ag. n°7 (Porta Mare) 44100
ABI 06155
CAB 13007
IBAN: IT 56F0615513007000000012401

La sottoscrizione avverrà attraverso la delega diffusa nei giorni scorsi che dovrà essere consegnata alle singole aziende entro la fine di maggio.

Laura Svaluto Moreolo

Leggi Anche
Scrivi un commento