Mondiali: dopo la sconfitta arrivano i danni economici

Mondiali: dopo la sconfitta arrivano i danni economici

Se sul piano emotivo la sconfitta della nazionale di calcio colpisce profondamente gli italiani, rilevanti sono anche i danni economici e di immagine per l’uscita prematura da un campionato del
mondo destinato per quasi un mese a calamitare l’attenzione internazionale. E’ quanto afferma la Coldiretti in riferimento alla sconfitta degli azzurri nel campionato del mondo in Sud
Africa.

A risentirne sono soprattutto – sottolinea la Coldiretti – i settori simbolo del Made in Italy piu’ vocati all’esportazione come l’agroalimentare.  Dopo la vittoria dei mondiali del 2006 si
era registrato – ricorda la Coldiretti – un aumento delle esportazioni del 12 per cento e una sostanziale riduzione del deficit commerciale nell’agroalimentare, rispetto all’anno precedente, nel
primo mese utile per registrare gli effetti positivi sui mercati del successo Tricolore nei campionati di calcio di Germania.

Una tendenza che si era riscontrata – continua la Coldiretti – anche all’indomani della vittoria azzurra dei mondiali di Spagna del 1982. Il deludente risultato della nazionale di calcio ha
dunque – conclude la Coldiretti – riscontri negativi in un momento di particolare difficoltà economica che un eventuale successo avrebbe senza dubbio aiutato a superare.

Coldiretti.it
Redazione NEWSFOOD.com + Web TV

Leggi Anche
Scrivi un commento