Maltempo, Coldiretti: «allagamenti e frane nelle campagne»

Temporali di forte intensità con rovesci di notevoli quantità di pioggia hanno colpito molte Regioni provocando allagamenti di campi coltivati, piccole frane e smottamenti,
è quanto riferisce la Coldiretti nel sottolineare che a seguito dell’ondata di maltempo che si è manifestata, anche con la caduta di grandine, si segnalano situazioni di
difficoltà nelle campagne.

Dove non si sono verificati danni, il maltempo con pioggia e neve è stato accolto con favore nelle campagne dove – sottolinea la Coldiretti – l’acqua in questa stagione è
necessaria per il ripristino delle riserve idriche indispensabili per affrontare la primavera e l’estate quando le colture avranno bisogno di irrigazione. Nel periodo da ottobre a dicembre 2007
si è infatti verificato – precisa la Coldiretti – quasi un terzo in meno delle precipitazioni normali. Rispetto al periodo preso a riferimento dai climatologi (1961 – 1990) in Italia –
riferisce la Coldiretti – lo scarto mensile di precipitazione totale è stato del 38,4 per cento in meno a dicembre, del 27,9 percento in meno a novembre e del 22,3 per cento in meno a
ottobre, sulla base dei dati dell’osservatorio agroclimatico dell’Ucea.

La caduta della neve – prosegue la Coldiretti – consente di ripristinare le riserve idriche in vista della ripresa vegetativa delle coltivazioni, secondo l’antico proverbio contadino
«sotto la neve pane». Le nevicate sono destinate a portare generalmente sollievo all’agricoltura sempre che – conclude la Coldiretti – non si verifichino abbassamenti eccessivi di
temperatura e il peso del manto nevoso non determini danni alle colture o alle strutture agricole come le serre.

Leggi Anche
Scrivi un commento