Lo stile dello Zar: arte e moda tra Italia e Russia dal XIV al XVIII secolo

Lo stile dello Zar: arte e moda tra Italia e Russia dal XIV al XVIII secolo

Prato, capitale europea del tessile d’eccellenza, guarda al futuro e rilancia il suo ruolo – manifatturiero e insieme culturale e turistico – con una mostra-evento in programma al Museo del
Tessuto, dal 19 settembre 2009 al 10 gennaio 2010, dedicata agli affascinanti intrecci tra l¹arte tessile, la moda e la grande pittura, nelle relazioni e nell¹incontro tra due mondi e
due culture: quella Occidentale e nello specifico italiana e toscana con le sue eccelse manifatture, i suoi costumi e la sua arte e quella del Vicino Oriente, con i suoi riti sfarzosi, le sue
mode, i beni pregiati.

Oltre 130 opere per un percorso tra sete preziose e dipinti dei grandi Maestri del tempo – come Tiziano Vecellio, Paris Bordon, Domenico Parodi, Justus Suttermans ­ tra tesori tessili del
Cremlino e paraventi italiani realizzati spesso su disegno di sommi artisti, oreficerie e abiti della corte degli Zar, mai esposti prima in Italia e un tempo simbolo di prestigio e di gloria. I
commerci, le relazioni, gli aneddoti messi in luce grazie a questo progetto espositivo internazionale, elaborato insieme dalla Fondazione Museo dal Tessuto di Prato e dal Museo Statale Ermitage
con la coproduzione della Fondazione Ermitage Italia, del Polo Museale Fiorentino e dell’Opificio delle Pietre Dure – per la parte scientifica – e la collaborazione del Museo del Cremlino e del
Museo Statale Russo, si traducano in un affresco carico di suggestioni.

Per la realizzazione di questo evento unico, organizzato da Villaggio Globale International con catalogo Skira, si sono unite insieme tutte le diverse istituzioni territoriali e le forze
economiche pratesi, consapevoli del messaggio che Prato intende dare che con questa mostra e con l’insieme delle iniziative che la città ha programmato (l’intera rete museale pratese
grazie alla collaborazione con la locale Soprintendenza sarà interessata da significative esposizioni o riletture dei beni culturali connesse al tema della mostra o alla vocazione al
contemporaneo determinata dal Museo Pecci): Prato guarda al futuro.

Leggi Anche
Scrivi un commento