Latte, Cavallera: «servono accordi quadro per sbloccare la trattativa»

Torino – «La Regione deve puntare sull’utilizzo degli accordi quadro con le parti industriali per rendere incisiva la sua mediazione nella definizione del prezzo del
latte alla stalla, solo così si riuscirà a dare maggiore tutela ai prodotti locali di qualità».

Nel giorno in cui circa 500 produttori hanno manifestato bloccando l’ingresso della Centrale del latte di Torino, il consigliere regionale di Forza Italia Ugo Cavallera ha sollecitato la
Regione a un più efficace utilizzo degli strumenti a sua disposizione per sbloccare il braccio di ferro tra allevatori e industriali sul prezzo del latte.

«Di fronte ai limiti delle trattative sul singolo prodotto, la Giunta Bresso dovrebbe promuovere la definizione di accordi di più ampio respiro, che impegnino la filiera
industriale a ridistribuire i margini di guadagno, valorizzando in modo più equo le eccellenze del territorio», prosegue Cavallera. «Senza un’azione sollecita della Regione i
prodotti piemontesi rischiano di essere ingiustamente penalizzati rispetto alla concorrenza di altre regioni, con ripercussioni negative sui produttori e, più in generale, sull’economia
del territorio».

Leggi Anche
Scrivi un commento