Lambrusco Grasparossa e Fungo Porcino protagonisti del “Wine Food Festival 2012”

Lambrusco Grasparossa e Fungo Porcino protagonisti del “Wine Food Festival 2012”

Il nettare dei vigneti modenesi e il re dei boschi parmensi, rispettivamente il Lambrusco Grasparossa e il Fungo Porcino, “scendono in tavola” nel terzo weekend (15-16 settembre) del Wine Food
Festival 2012, il calendario enogastronomico regionale (www.winefoodfestival.it), con la 45a Sagra dell’Uva e del Lambrusco
Grasparossa
a Castelvetro (Mo), e la 37a Fiera del Fungo Porcino di Borgotaro IGP, appuntamento di “Autunno in Valtaro – A tavola con il Porcino”.

Per chi invece non avesse avuto tempo, ultima occasione, nell’imminente fine settimana, per partecipare alla Sagra del Tartufo del Bosco della Panfilia a Sant’Agostino (Fe), e alla
Fiera del Prosciutto di Parma. Tappa infine a Nibbiano, sabato 15 e domenica 16, per il Valtidone Wine Festival, con le degustazioni guidate di vini passiti e autoctoni del
territorio piacentino, allestite nel borgo medievale di Nibbiano, abbinate all’assaggio -con possibilità di acquisto- degli antichi sapori della vallata, dalla Focaccia di Nibbiano ai
pesci di fiume, dal lardo e la “mariola” (specie di cotechino) alla pasticceria contadina.

A Castelvetro a tutto Lambrusco

Show cooking con chef modenesi d’eccezione, percorsi degustazione sul Grasparossa e “passeggiate in pendenza”, tra saliscendi “ricamati” di vigneti. Sono solo alcuni degli eventi che animeranno
i cortili e le piazze del centro storico di Castelvetro, fino ad arrivare alla Corte in via Sinistra Guerro, sabato 15 e domenica 16 settembre, in occasione della 45a Sagra dell’Uva e del
Lambrusco Grasparossa.

Con “Grasparossa senza riserve”, appassionati e turisti gourmand potranno andare alla scoperta di questo gustoso e spumeggiante nettare. Novità di questa edizione, la “Vetrina delle
Sagre dell’Unione Terre di Castelli”, un percorso enogastronomico di particolare qualità e tipicità per valorizzare il paniere agroalimentare dei comuni dell’Unione Terre di
Castelli, con prodotti quali lo Zampone di Castelnuovo Rangone, i Borlenghi di Guiglia, i vini di Savignano sul Panaro, l’Aceto Balsamico Tradizionale e il Nocino di Spilamberto, le confetture
di Ciliegia Moretta e la Torta Barozzi di Vignola, solo per citarne alcuni. Ed ancora, menù a tema, esposizione di attrezzature agricole moderne e antiche e mostra delle uve.

La scacchiera di Piazza Roma sarà trasformata in una fattoria animata da figuranti che ricorderanno le fasi della vita contadina: dalla vendemmia e pigiatura del vino alla “locanda del
Lambrusco”. I quattro chef protagonisti dello show cooking saranno Luca Marchini (L’Erba del Re, Modena), Massimiliano Telloli (Osteria Stallo del Pomodoro, Modena), Francesco Pedone (Il
Cappero alle Mura, Castelvetro) e Roberto Rossi (Locanda del Feudo, Castelvetro).

Borgotaro festeggia sua maestà il Porcino IGP

Primo dei due appuntamenti nel fine settimana con uno degli eventi più attesi dagli appassionati di funghi, la Fiera del Fungo Porcino IGP di Borgotaro, giunta alla 37a edizione e
dedicata ad una varietà unanimemente considerata superiore, per qualità organolettiche, olfattive ed aromatiche, rispetto agli altri porcini italiani.

La fiera si snoda lungo le vie e le piazze del centro storico, con stand che porteranno in scena il meglio dei prodotti tipici locali, regionali ma non solo, a cominciare dal Fungo Porcino.
Un’anteprima della manifestazione si terrà, venerdì sera, dalle ore 20, nella struttura di via Piave, con “Qualità e gusto in Valtaro”, degustazione di prodotti IGP e DOP e
prodotti tipici e vini DOC dei colli di Parma.

Sabato 15 si entra nel vivo, con, alle 10, l’escursione guidata a cura del GAE (Guide Ambientali Escursionistiche) al Monte Croce di Ferro intitolata “Archeologia nei pascoli di quota”, mentre
alle 11, in Piazza XI febbraio, cerimonia inaugurale della manifestazione, con il Corpo Bandistico Borgotarese. Dalle 16 alle 18 “Note di Fungo”, musica itinerante per le vie della fiera, e in
via Cassio, dalle 16 alle 22, il “Gustopoint”, con degustazione di prodotti tipici e intrattenimento musicale, mentre alle 18 partirà “Aperifungo”: aperitivo con musica dal vivo.

Domenica 16, alla Biblioteca Manara, alle 11, incontro dal titolo “Bosco Sicuro: presentazione del Progetto di messa in sicurezza dei boschi dell’area IGP”. In Piazza Farnese, dalle 15.30 alle
18, “Caseificio in piazza”, dimostrazione pratica di come nasce il Parmigiano Reggiano.

www.winefoodfestival.it

Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento