L'Agenzia Nazionale per l'invecchiamento al FORUM PA 2008

«L’appuntamento di Forum PA 2008 rappresenta un’ottima occasione per presentare il progetto di Agenzia nazionale per l’invecchiamento, che il Ministero per la Salute ha deciso di
localizzare nelle Marche, presso l’Inrca, il progetto entra ora nella fase di realizzazione, che necessita per la sua migliore riuscita del coinvolgimento e contributo di tutti gli operatori
coinvolti.

L’iniziativa ha un carattere fortemente innovativo e guarda al futuro attraverso un approccio nuovo, fatto di collaborazione istituzionale, assistenza, ricerca e servizi specializzati. Le
Marche sono la regione con la più alta aspettativa di vita in Italia, sia per gli uomini che per le donne. E l’Italia stessa vanta ottimi dati, da questo punto di vista, in Europa. Nella
nostra regione abbiamo potuto, quindi, maturare esperienze di eccellenza che mettiamo, attraverso l’Agenzia, al servizio del Paese. Tra gli obiettivi del progetto, che viene oggi presentato con
un apposito seminario, c’è quello di innalzare la qualità di un periodo della vita che negli ultimi anni si è ampliato di molto». Questo il commento del
vicepresidente della Regione Marche, Paolo Petrini, alla presentazione del progetto di Agenzia nazionale per l’invecchiamento. L’iniziativa è stata al centro del seminario organizzato
presso lo stand della Regione Marche al Forum PA 2008, il Salone nazionale dell’innovazione nell’amministrazione pubblica e nei sistemi territoriali, inaugurato oggi presso la Fiera di Roma e
che si protrarrà fino al 15 maggio. L’Agenzia è stata presentata nei dettagli dal direttore generale dell’Inrca, Antonio Aprile. «La popolazione invecchia velocemente – ha
detto Aprile – e l’Inrca si occupa da molto tempo di queste problematiche. Dalla ricerca e dall’esperienza fatta sul campo è nato un network di esperienze per dare risposte integrate a
mobilità, sanità, previdenza e alle altre conseguenze dell’invecchiamento. L’Agenzia si pone quindi come consulente per i decisori politici, per il miglioramento continuo dei
servizi forniti».

L’Agenzia ha tra gli obiettivi lo studio di problematiche epidemiologiche e socio economiche connesse all’invecchiamento, la promozione di stili di vita improntati alla prevenzione, nella
prospettiva di una longevità attiva. Il modello organizzativo è quello di un luogo d’incontro in cui i partner partecipanti, coadiuvati da gruppi di ricerca di livello
internazionale, elaborano progetti specifici. I soci fondatori sono l’Università la Sapienza di Roma, l’Università cattolica Sacro Cuore di Roma, l’Inrca, l’Istituto Ortopedico
Rizzoli di Bologna, l’Istituto di riabilitazione Santo Stefano di Porto Potenza Picena, l’Istituto ricerche farmacologiche Mario Negri di Milano, l’Istituto nazionale per la vecchiaia di
Baltimora, la Scuola superiore Sant’Anna di Pisa, l’Azienda ospedaliera universitaria Careggi di Firenze, l’Università Politecnica delle Marche.

Il seminario sull’Agenzia ha aperto i lavori di «Officine Pa», serie di seminari organizzati dalla Regione Marche presso il proprio stand. Uno spazio espositivo dal design
innovativo e funzionale. Interamente bianco, per dare maggiore risalto alle installazioni e al videowall 180 x 270, in cui viene proiettato un inedito filmato sui progetti innovativi, le
attività più importanti e gli eventi di rilievo organizzati dalla Regione e presenti al Forum. Nel pomeriggio il Comitato paritetico sul mobbing ha presentato i risultati della
ricerca sui rischi psicosociali nei luoghi di lavoro. Un’occasione per valutare, prevenire, contrastare il fenomeno del mobbing attraverso l’esperienza della Regione Marche.

Grande interesse tra il pubblico del Forum anche per la degustazione di prodotti tipici enogastronomici provenienti da tutta la regione, organizzata con la consulenza del sommelier Giuseppe
Cristini. Successo anche per la mostra sui trent’anni di grafica e comunicazione della Regione Marche, con manifesti, depliant, gadget, marchi, bozzetti realizzati dal grafico della Regione
Stefano Gregori, visitata con interesse anche dal vicepresidente Petrini.

Leggi Anche
Scrivi un commento