“L'Abruzzo fa gola a Mosca”

Pescara – Enogastronomia ed abbigliamento «made in Abruzzo» hanno conquistato il mercato russo, è questo il brillante risultato raggiunto dalla missione
«L’Abruzzo a Mosca» organizzata dalla Camera di Commercio di Pescara e dal Centro Estero delle Camere di Commercio d’Abruzzo, in collaborazione con la Camera di Commercio Italo –
Russa.

La missione, della durata di tre giorni, ha preso il via martedì 26 febbraio.
Numerose le aziende abruzzesi partecipanti: 18 per il settore agroalimentare e 14 per il settore abbigliamento.
Il programma di lavoro ha visto la realizzazione di iniziative promozionali specifiche per i due settori produttivi. Infatti, per il settore agroalimentare è stato allestito, presso
l’Hotel National, un workshop con l’intervento dei principali grossisti e distributori russi del settore seguito da visite presso grandi magazzini, catene di supermercati e sedi dei principali
importatori russi. Per le imprese del tessile è, invece, stata curata la partecipazione alla X edizione della Collection Premiere Moscow (CPM) fiera di riferimento per il settore
dell’abbigliamento.

La missione si è chiusa, ieri, nel suggestivo scenario della residenza dell’Ambasciatore Italiano a Mosca, con l’apprezzatissimo Convivio «Profumi e sapori d’Abruzzo», curato
dalla chef Nicola D’Alonzo, interamente dedicato all’enogastronomia locale, ed accompagnato da un defilé di moda uomo – donna – bambino allestito con i capi e gli accessori delle imprese
abruzzesi che hanno preso parte alla fiera CPM. Di prestigio la composizione degli invitati al Convivio, erano, infatti, presenti rappresenti istituzionali e di testate giornalistiche italiane
e russe, istituti di credito, ristoratori, importatori, distributori e grossisti del settore food e dell’abbigliamento. L’Ambasciatore, S.E. Vittorio Surdo, nel discorso di apertura ha
sottolineato che «Paesaggi suggestivi e scenari naturali unici nel panorama nazionale costituiscono la principale fonte di ispirazione dei tanti artigiani abruzzesi che con il loro lavoro
impreziosiscono i materiali e danno vita a creazioni apprezzate ovunque» aggiungendo che «una iniziativa di questo genere, che coniuga perfettamente moda e sapori, aggiunge un altro
importante tassello all’immagine di eccellenza dell’Italia in Russia».

Il bilancio della missione è più che positivo, tenuto conto del rilevante entusiasmo mostrato dagli operatori russi verso i prodotti abruzzesi che sono stati giudicati di alta
qualità ed in grado di soddisfare appieno le esigenze delle fasce di consumatori più abbienti, sempre più alla ricerca di beni esclusivi e di pregio. Anche le nostre
imprese hanno confermato la validità e l’utilità della missione: numerosi i contatti commerciali e le trattative intraprese, molto interessanti le possibilità offerte dal
mercato russo in particolare per i prodotti a più alto valore aggiunto.

Il Presidente Ezio Ardizzi, soddisfatto dei positivi riscontri ottenuti, ha sottolineato l’oculatezza della scelta dell’Ente Camerale e del Centro Estero di puntare sul mercato russo che
è in grado di offrire alle nostre imprese ottime opportunità. I dati relativi all’andamento degli scambi commerciali non fanno che confermare tale valutazione: nei primi nove mesi
del 2007 le esportazioni abruzzesi verso la Federazione Russa rispetto al 2006 sono passate da 64 ad 85 milioni di euro facendo segnare un incremento record di oltre il 33%.
Della delegazione della Camera di Commercio di Pescara faceva parte anche Vittorio Di Carlo, che in qualità di Vice Presidente Saga, ha avviato proficui contatti per l’attivazione, a
breve, di un volo Pescara-Mosca.

Leggi Anche
Scrivi un commento