La vendita diretta alla XII Edizione della Festa dell'Agricoltura

Dal produttore al consumatore la strada è corta, alla XII edizione di Ruralia, la grande festa dell’agricoltura che si tiene ogni anno nel Parco di Villa Demidoff a Pratolino (23-15
maggio), nel Comune di Vaglia, Coldiretti Firenze sarà promotrice, attraverso una grande vetrina di produttori, del meccanismo della vendita diretta (e della filiera corta), l’unico che
garantisce il binomio qualità-prezzo e la trasparenza assoluta nei confronti del consumatore.

Per tutto il periodo della festa, dalle 10 alle 20, i produttori dell’organizzazione agricola saranno all’interno del Parco, in un’area apposita, con i loro prodotti (ortaggi e frutta, prodotti
tipici, formaggi, olio, vino, miele, marmellate etc). «A differenza di altre soluzioni di vendita – ha spiegato Raffaello Betti, Direttore Provinciale di Coldiretti – c’è la
certezza di cosa si mangia, e in un mercato sempre più globale sapere cosa c’è nel piatto è un motivo per gustarlo con più cura e soddisfazione». Di certo
è che questa vecchia maniera di «vendere» sta tornando in auge mentre la nuova tendenza del mercato dipinge un consumatore più attento, che predilige spendere di
più e cercare la qualità. «C’è un ritorno del consumatore al consumo consapevole – sottolinea Betti. Si è stufato di non sapere cosa mangia. E vuole mangiare
bene e sano. Ruralia è l’occasione per rimarcare questi aspetti».

Non solo per gli adulti. Coldiretti e Ruralia hanno pensato, naturalmente, anche ai bambini. Domani mattina infatti, nel giorno di apertura della rassegna, Coldiretti porterà in visita
500 bambini delle scuole elementari della Provincia di Firenze che hanno partecipato, nel corso dell’inverno, alle attività ludiche del progetto «Campagna Amica». Durante la
visita scopriranno la fattoria didattica abitata da mucche, asini, maiali grazie all’associazione Provinciale Allevatori oltre ad «assaggiare» i prodotti tipici del fiorentino.
«Ruralia è un momento importante nel nostro territorio per trasmettere i valori dell’agricoltura ad adulti e bambini. Un momento privilegiato dove i produttori ci mettono la
faccia».

Leggi Anche
Scrivi un commento