La Regione Lombardia replica a Cipriano sull'ambiente

Milano – «Le critiche di Cipriano contro le politiche ambientali della Regione sono la solita ammucchiata di affermazioni generiche e strumentali, un disco rotto che
sembra non finire mai di girare».

E’ quanto si legge in una Nota di Regione Lombardia, in replica alle dichiarazioni rilasciate oggi dal consigliere di opposizione.
«Quanto ai soldi – prosegue la Nota – va solo ricordato che Regione Lombardia, dal 2000 a oggi, attraverso diversi bandi per la sostituzione veicoli, la riduzione di emissioni da
traffico, le sorgenti stazionarie, le attività di ricerca e così via, ha stanziato oltre 360 milioni di euro. Si tratta di una cifra assai significativa che sarebbe anche maggiore
se alla Lombardia fossero assegnate più competenze e quindi più risorse per attuare le sue politiche. Su alcuni particolari interventi la Lombardia ha stanziato addirittura di
più di quanto ha messo a disposizione il Governo per tutta Italia».

«Inoltre, se l’applicazione della Legge 24, una delle più avanzate a livello europeo come è unanimemente riconosciuto, ha subito dei rallentamenti su alcune parti – si legge
ancora nella Nota – questo è stato causato dal ricorso presentato dal Governo alla Corte costituzionale, ricorso poi miseramente fallito dato che la Consulta ha recentemente dato
pienamente ragione proprio alla Lombardia e alla sua innovativa Legge».
«Come si vede, l’esperienza di questi anni dimostra che se a Regione Lombardia fosse consentito di agire con maggiore libertà – prosegue la Nota – potrebbe ottenere risultati
ancora migliori di quanto già non stia ottenendo».

Leggi Anche
Scrivi un commento