Josette Sheeran, Direttore Esecutivo del Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite (WFP), in udienza privata dal Papa

Josette Sheeran, Direttore Esecutivo del Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite (WFP), in udienza privata dal Papa

Roma/Città del VaticanoPapa Benedetto XVI ha ricevuto in udienza privata Josette Sheeran, Direttore
Esecutivo del Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite (WFP). Sheeran ha aggiornato Sua Santità sulla sua missione, appena conclusasi, al
confine tra la Libia e la Tunisia, dove ha potuto constatare direttamente la presenza di decine di migliaia di persone che stanno fuggendo dalle violenze in un contesto di emergente crisi
umanitaria.

Sheeran si era recata nell’area per lanciare una risposta di emergenza per fornire assistenza alimentare ai più vulnerabili e per aiutare i Paesi in transizione politica a rafforzare le
proprie reti di protezione alimentare.

“Mi ha commosso l’interesse di Sua Santità per questo resoconto. Ha espresso la Sua preoccupazione per la gente innocente intrappolata in questa terribile tragedia”, ha detto Sheeran.
“Mi è risultato subito chiaro, vedendo queste persone disperate che si riversavano oltre il confine – ad un ritmo di oltre 2.000 all’ora – che il mondo deve agire, e con rapidità,
per prevenire un disastro umanitario ancora più grande”.

“Sono stata onorata di incontrare nuovamente sua Santità e portargli i nostri ringraziamenti per il prezioso sostegno che continua a dare al nostro lavoro di sfamare gli affamati nel
mondo. In una fase economica di aumento dei prezzi alimentari e del petrolio e di cambiamenti politici che toccano milioni di persone che soffrono già la fame, l’aiuto della Chiesa
cattolica e delle sue diverse istituzioni ecclesiastiche è ancora più vitale nel sostenere l’azione del WFP verso i più vulnerabili”.

Sono numerose le istituzioni ecclesiastiche e le organizzazioni non governative di ispirazione cattolica che collaborano stabilmente con l’agenzia delle Nazioni Unite per l’assistenza
alimentare. Tra queste vi sono la Caritas Internationalis con le sue diverse agenzie nazionali, con cui il WFP ha stretto accordi di partenariato in 29
paesi, la Comunità di Sant’Egidio con cui sono attivi programmi nei settori dell’assistenza alimentare e della salute, il Catholic Relief Services (CRS) e il Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati (JRS).

Nel corso di una visita pastorale alla città di Brindisi, nel giugno del 2008, Papa Benedetto XVI aveva anche ricordato il ruolo svolto dalla Base di Pronto Intervento Umanitario
(UNHRD), gestita dal WFP per conto dell’intera comunità umanitaria.

Lunedì, dalla base UNHRD di Brindisi, è decollato il primo volo umanitario del WFP per la Tunisia con biscotti ad alto contenuto energetico destinati a migliaia di persone in fuga
dalle violenze in Libia.

Il WFP

E’la più grande agenzia umanitaria del mondo e l’organizzazione delle Nazioni Unite che combatte la fame nel mondo. Ogni anno, in media, il WFP fornisce cibo ad oltre 90 milioni di
persone in più di 70 paesi.

Visita il sito web in italiano: www.wfp.org/it

Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento