In memoria di Garibaldi la IV Giornata Valori nazionali della Repubblica

Lazio, 19 Novembre 2007 – “La Repubblica esprime l’unità del Paese nel momento in cui riesce a tenere insieme i valori della nazione, i valori si fondano sulla memoria e sul
ricordo, lo scorso anno abbiamo voluto ricordare Sandro Pertini, quest’anno Garibaldi”.

Lo ha dichiarato Piero Marrazzo, presidente della regione Lazio, in occasione della quarta Giornata dei Valori Nazionali della Repubblica, celebrata oggi a Villa Piccolomini a Roma con un
convegno in ricordo di Giuseppe Garibaldi, nell’ambito delle celebrazioni del Bicentenario della nascita. All’Eroe del due mondi, protagonista del processo che ha portato all’unità del
Paese, è stata dedicata, infatti, la quarta edizione di una manifestazione che mira alla promozione e al ricordo condiviso dei valori nazionali, incarnati da figure storiche come il
compianto presidente Sandro Pertini, al quale è stata dedicata l’edizione 2006. Nell’ambito della giornata sono stati premiati gli alunni di sei scuole secondarie di primo grado del
Lazio vincitori del concorso, bandito lo scoro anno e rivolto al ricordo ‘critico’ dei valori, delle opere e del pensiero del presidente Sandro Pertini.

“Il nostro – ha dichiarato Marrazzo – è un Paese le cui radici sono fondate sul Risorgimento. Nel 1876 Garibaldi fece una proposta di legge al Parlamento per la limitazione degli
stipendi ai funzionari pubblici. Già all’epoca si parlava di costi della politica. Nella nostra regione siamo impegnati a conquistare obiettivi importanti come il riscatto nella
sanità, la costruizione di una rete moderna per l’energia, per i rifiuti e le varie infrastrutture. Credo che la cosa più importante sia non dimenticare e, infatti, il prossimo
anno non dimentincheremo una figura così importante come quella di Aldo Moro”.

Sottolineando il ruolo cruciale che assolve la memoria storica per un Paese, il presidente Marrazzo ha ricordato come “una nazione che non ha memoria e che non conosce la sua storia sia una
nazione che non va da nessuna parte. Garibaldi è una figura che ha costruito, insieme a tanti altri come Mazzini o Cavour, quel pezzo di storia d’Italia, magari anche contradittoria e
non semplice”. A fare da collante storico tra le figure di Pertini, ricordata nell’edizione dello scorso anno, e quella di Garibaldi protagonista dell’edizione 2007 è il Risorgimento.
“Penso che in questo Paese -ha aggiunto il presidente Marrazzo – quando ci fu la guerra di liberazione si rifecero al Risorgimento, un periodo di rinascita e di riscatto, non per forza cruento
perchè legato alle guerre di liberazione. Occorre ripartire anche in questo momento storico-politico dai valori di identità che vengono dal passato ma che devono essere proiettati
in una visione di modernità”.

Alla figura del compianto statista Aldo Moro, rapito dalla Brigate Rosse il 16 marzo del 1978 e ucciso l’8 maggio dello stesso anno, verrà dedicata la quinta Giornata dei Valori
Nazionali della Repubblica e il relativo concorso rivolto alle scuole della regione. A comporre il dvd frutto dei lavori per la prossima edizione e che verrà distibuito nei vari
istitutui scolastici del Lazio, sarà la summa delle interviste a parenti e conoscenti che condurranno gli alunni coinvolti nel progetto sulla figura di Moro e delle video-interviste a
politici e studiosi che saranno curate dall’associazione ‘Archivio della memoria’. Un dvd frutto di un lavoro condiviso tra studenti ed esperti che offrirà il ricordo sia della gente
comune sia dei protagonisti di un periodo così drammatico per la storia italiana. Ai vincitori del concorso 2008, il cui bando verrà pubblicato nei prossimi giorni, andranno 10
borse di studio per un totale di 20.000 euro stanziati.

Leggi Anche
Scrivi un commento