Il «Viaggio in Europa» di Rudolf Haas

Si intitola «Viaggio in Europa», la mostra dell’artista austriaco Rudolf Haas, inaugurata ieri, che dal 10 al 26 marzo 2009 è ospitata presso la Sala di Rappresentanza del
Palazzo della Regione a Trento.

Haas, che vive e lavora tra Ginevra e Parigi, ma che ha un particolare legame con la nostra terra, ha recentemente donato alcune delle sue opere alla Regione Autonoma Trentino-Alto Adige. Da
questa donazione nasce l’idea di realizzare un’esposizione che vede riunite una quarantina di opere che fanno parte del vasto territorio di possibilità espressive che l’artista austriaco
sta percorrendo già da molti anni. Soffusi di mistero, i suoi collages e le sue tecniche miste rimandano ad un volto ormai evidente della società contemporanea; lo spezzarsi della
costruzione determina una nuova realtà del tutto diversa dal passato, caratterizzata da una nuova identità espressiva.

L’inquietudine si accompagna a questa destrutturazione del mondo già consegnato alla storia e nelle opere si coglie quell’ambiguità e quella duplicità che appartengono, quasi
costitutivamente, ad ogni evento prodotto dall’uomo. In questa esposizione, come in altre, lo spettatore è sollecitato a ritrovare nel magma dei materiali i frammenti di una
unitarietà stilistica, un equilibrio in cui lo spazio e la materia fanno trasparire un’armonia nascosta.

Elevatissimo il numero di esposizioni personali e collettive in gallerie private e musei realizzato da Rudolf Haas. Fra le più importanti vanno ricordate: le esposizioni alla Galleria
«Il Traghetto» (Venezia, 1989), alle Gallerie Ruchti di Colonia e Athisma di Lione (1990), al Museo Epper di Ascona (1992); presso il Museo di Arte contemporanea di Genova
«Villa Croce» (1995), all’Österreichisce Galerie (Vienna, 1998) e alla Galleria «L’Originale» di Milano (1999) e anche a Trento presso il Palazzo delle Albere – MART
(2003).

Leggi Anche
Scrivi un commento