Il Veneto protagonista a Gusto in Scena

Il Veneto in prima fila a Gusto in Scena, evento ideato da Marcello Coronini, giornalista e critico enogastronomico, nella splendida sede del Molino Stucky Hilton sull’isola della Giudecca a
Venezia, il meglio della ristorazione e dell’enologia nazionale si è data appuntamento per incontrare gli oltre 3000 visitatori fra giornalisti, operatori del settore e appassionati.

Il Veneto ha avuto un ruolo da protagonista con due dei suoi prodotti più apprezzati: il radicchio rosso di Treviso e il Prosecco di Conegliano Valdobbiadene. Il primo è stato al
centro del tema «le verdure e le erbe nella ristorazione» con l’intervento di Marco Bortolini del Ristorante Da Gigetto, relatore a Chef in Concerto, congresso gastronomico che ha
visto il confronto tra Italia e Spagna. Le ricette presentate da Bortolini alla platea di chef hanno avuto come protagonista «il fiore che si mangia», orgoglio della tradizione
veneta. Il Prosecco di Conegliano Valdobbiadene ha invece rappresentato il territorio dell’alta Marca trevigiana con le aziende Adami, Case Bianche – Tenuta Colsandago, Le Colture, Drusian,
Ruggeri. Non poteva poi mancare il territorio veronese, rappresentato da Anselmi, Cantine Giacomo Montresor, Casa Vinicola Sartori, Cecilia Beretta, Fratelli Fraccaroli, Ottella, Trabucchi.

Il Veneto ha fatto anche gli onori di casa in occasione delle due cene riservate alla stampa e a i relatori di Chef in Concerto, rappresentati da alcuni dei più noti nomi della
ristorazione italiana e spagnola. Le due serate sono state dedicate a Venezia, con interpretazione creativa o tradizionale. La prima si è tenuta al Ristorante Met di Corrado Fasolato,
chef creativo e innovativo che ha portato il locale all’ambito riconoscimento della stella Michelin. La seconda si è invece svolta all’hotel Monaco & Gran Canal ed è stata
dedicata alla tradizione della Serenissima con lo chef Sandro Traini.

Oltre che dare ai professionisti dell’ospitalità del Veneto una straordinaria opportunità di crescita professionale, attraverso la partecipazione a Chef in Concerto, Gusto in
Scena ha offerto un’esperienza lavorativa utile per i professionisti di domani. Gli studenti dell’Istituto Alberghiero Veneziano Barbarigo, infatti, hanno contribuito al successo dell’evento
lavorando in sala e all’accoglienza degli ospiti dell’evento. In cambio, Marcello Coronini ha dato loro l’occasione di seguire ogni giorno il congresso gastronomico e incontrare quindi alcuni
dei «miti» della ristorazione, da Gualtiero Marchesi a Martin Berasategui.

Al termine della manifestazione, gli studenti hanno ricevuto un attestato di partecipazione a testimonianza di questa straordinaria esperienza.

Gusto in Scena si è rivelata quindi un momento di grande visibilità per tutto il territorio regionale, sia per la città di Venezia, che ha accolto più di 100
giornalisti italiani e stranieri, sia per i professionisti del settore alberghiero e ristorativo, che hanno potuto seguire un programma di alto livello e di respiro internazionale.

Leggi Anche
Scrivi un commento