I vini Fantini protagonisti al Festival del Cinema di Venezia

I vini Fantini protagonisti al Festival del Cinema di Venezia

Grandi vini e… grande schermo. Vini Fantini – il giovane gruppo vinicolo che, fondato e guidato da Valentino Sciotti, in pochissimi anni ha conseguito una messe di premi ed è diventato leader tra le aziende esportatrici del Sud Italia con quasi 20 milioni di bottiglie, grazie a un’attenta politica votata alla più alta ricerca qualitativa e di marketing – sarà presente da protagonista anche a Venezia, durante la prossima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica.

A partire dal 2 e fino al 12 settembre, infatti, Vini Fantini allestirà un esclusivo angolo degustazione nella Hollywood Celebrities Lounge, location meta di attori, registi e addetti ai lavori, oltre 350 mq a pochi passi dal red carpet, in Lungomare Guglielmo Marconi.
In quell’ambito, Vini Fantini presenterà la sua ultima straordinaria creazione, il nuovo Edizione Bianco. È il “fratellino” di Edizione Cinque Autoctoni, rosso di punta dell’azienda, forte e consolidato successo nato giusto vent’anni fa, nel 2000.

Edizione Bianco è un blend di tre varietà autoctone da altrettante regioni: Abruzzo, Basilicata e Sicilia, dunque Pecorino, Fiano e Grillo. Un vino importante, speciale; un successo annunciato che doveva essere presentato in questi mesi, «poi causa Covid-19 sono saltati sia Vinitaly che ProWein. Così abbiamo pensato che il grande evento cinematografico lagunare potesse essere il luogo ideale per lanciare un prodotto al quale crediamo moltissimo», spiega Giulia Sciotti, marketing manager del gruppo – Sarà una magnifica possibilità per iniziare a farlo conoscere», in attesa della presentazione ufficiale fissata per il 2021.

Edizione Bianco über alles, dunque. Ma la presenza di Vini Fantini alla Hollywood Celebrities Lounge sarà anche l’occasione per degustare altre bottiglie del gruppo vinicolo, a iniziare da Edizione collection, il “limited edition” del rosso Edizione Cinque Autoctoni, ossia una chicca nella chicca: viene prodotto già da due anni attraverso un’attenta selezione di barrique esclusive – caucasiche e francesi – scelte personalmente dall’enologo capo di Farnese, Filippo Baccalaro, e poi tostate in proprio per donare note ancor più fini al blend di super terroir abruzzesi e pugliesi di Edizione Cinque Autoctoni, vale a dire Montepulciano, Primitivo, Sangiovese, Negroamaro e Malvasia Nera.

Ancora, l’edizione numero 77 della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica sarà anche l’occasione per sorseggiare un calice di Gran Cuveè Swarovski, bollicina raffinata e bottiglia caratterizzata da un prezioso cristallo Swarovski incastonato nell’etichetta. Poi Fantini Collection Bianco, blend fresco e piacevolissimo di Sauvignon Blanc, Traminer, Pecorino, Cococciola; e infine Fantini Cerasuolo d’Abruzzo, un monovitigno eccellente in abbinamento a tutti i piatti di pesce.

Venezia aspetta il brindisi!

Fondata ad Ortona nel 1994 da un gruppo di imprenditori del vino guidati da Sciotti e Filippo Baccalaro, Farnese produce e distribuisce vini di alta qualità di sei regioni del Sud e del Centro Italia ed esporta in più di 80 Paesi in tutto il mondo attraverso una rete di importatori e distributori. L’azienda genera il 97% dei ricavi al di fuori dell’Italia: i suoi principali mercati sono la Germania, la Svizzera, il Canada, l’Olanda, il Belgio e il Giappone. Nei tre anni d’investimenti di NBRP, i ricavi di Fantini Group sono aumentati in media del 13% a più di 76 milioni di euro nel 2019 e l’Ebitda del 18% (CAGR) a più di 17 milioni.

Leggi Anche
Scrivi un commento