I sindaci delle Città del Vino riuniti a Sondrio per la Convention d'Autunno

Dal 24 al 28 ottobre si chiude il Ventennale dell’Associazione, fondata a Siena nel 1987, nuovi programmi per il 2008: una campagna di educazione al bere consapevole e il nuovo premio per il
«Miglior Piano Regolatore delle Città del Vino»; intanto il comune di Isera (Tn) riceve il riconoscimento di «Città del Vino Sostenibile del 2007» per i
suoi progetti innovativi in campo energetico.

Dal 24 al 28 ottobre i sindaci delle Città del Vino italiane si incontrano a Sondrio e in Valtellina per la tradizionale Convention d’Autunno. Quest’anno la scelta è caduta su un
territorio simbolo della qualità ambientale e del paesaggio, tema centrale insieme allo sviluppo sostenibile e al risparmio energetico di questa importante Convention. L’appuntamento
chiude infatti l’anno delle celebrazioni del Ventennale delle Città del Vino, fondate a Siena nel lontano 1987 da un gruppo di 39 Comuni, oggi arrivati a oltre 560. Momento decisivo
della Convention sarà l’assemblea nazionale di sabato mattina, in programma dalle 9 alle 13 presso la Camera di Commercio di Sondrio.

Durante l’assemblea saranno presentate quattro nuove iniziative di Città del Vino, a tema ambientale, enoturistico e salutistico. La prima consiste nel nuovo Premio al «miglior
Piano Regolatore delle Città del Vino», che sarà lanciato definitivamente a fine novembre a Venezia nell’ambito di UrbanPromo, manifestazione dedicata all’architettura. La
seconda coinvolgerà per quest’anno il comune di Isera (Trento) a cui le Città del Vino durante la Convention di Sondrio consegneranno un altro nuovo ricoscimento, il «Premio
Città del Vino Sostenibile 2007», per l’impegno e l’applicazione nel campo delle energie rinnovabili e pulite. La terza grande iniziativa che le Città del Vino si apprestano
a lanciare consiste in una grande campagna di comunicazione tra i giovani, le famiglie e il mondo della scuola per promuovere il consumo corretto e consapevole di vino, contro l’abuso di alcol,
con progetti di informazione, educazione al gusto e prevenzione che vedranno impegnati migliaia di ragazzi in tutta Italia per il 2008.

Durante l’assemblea sarà fatto il punto anche sul tema della certificazione ambientale dei Comuni. Oggi sono 300 su oltre 8000 le amministrazioni pubbliche che hanno ottenuto la
certificazione, di queste sono finora 13 le Città del Vino su un totale di 560 Comuni. «L’obiettivo è di promuovere con decisione un insieme di misure, come la
certificazione ambientale, il piano regolatore delle Città del Vino, lo sviluppo di energie pulite e rinnovabili, che permettano ai nostri territori di raggiungere un alto livello di
qualità ambientale, paesaggistica, ricettiva – sottolinea il presidente di Città del Vino, Valentino Valentini -. L’ambiente, l’energia, il turismo del vino giocheranno un ruolo
fondamentale per lo sviluppo economico e la conservazione dei territori rurali. Per questo motivo l’Associazione ha deciso di ripartire da Sondrio con grandi progetti che ci vedranno impegnati
per tutto il 2008».

Leggi Anche
Scrivi un commento