I Piccoli Comuni disegnano una nuova Italia Federale

Alla festa della primavera dei piccoli comuni di Guardia dei Lombardi in provincia di Avellino il portavoce del Coordinamento piccoli Comuni, Virgilio Caivano, lancia la sfida del federalismo
come proposizione di un nuovo modello sociale.

Nella terra che diede i natali a Francesco De Sanctis, il portavoce enuncia i principi di sturziana memoria nel modellare un Sud interno tutto nuovo e federale, per questo riportiamo una sua
dichiarazione:
«I campanili strumentali non servono più, dobbiamo lavorare dal basso per cambiare l’architettura dello Stato. Occorre una macro regione dell’Appennino, la chiusura di enti inutili
come Province e Comunità Montane e soprattutto occorre valorizzare al massimo le risorse delle aree interne a partire dalle fonti rinnovabili alla ricerca, all’agricoltura di
qualità. «Soffro molto per quanto sta accadendo in Puglia con la discarica abusiva più grande d’Europa e soffro ancora di più per il progetto che tende a fare
dell’Irpinia l’immondezzaio campano.

La mia battaglia di libertà e di civiltà a favore delle piccole comunità locali continua perché dieci milioni di cittadini hanno il diritto ad esercitare diritti
sanciti dalla Costituzione e negati dalla cattiva politica. La sfida vera che abbiamo davanti è il federalismo. Noi siamo sturziani, il federalismo non ci deve spaventare perché
è nel nostro dna ed appartiene a questo tempo. Ad avere paura del federalismo deve essere la cattiva politica e la cattiva amministrazione non i grandi progetti di partecipazione
democratica condivisa tanto necessaria alla gente e soprattutto ai giovani talenti costretti a lasciare la propria casa in cerca di futuro». Un fortissimo applauso liberatorio della gente
ha salutato le conclusioni dell’anima dei piccoli Comuni che di fatto sul campo è stato incoronato guida e riferimento delle piccole comunità locali».Grande attenzione
è stata riservata dalla platea al regista Pino Tordiglione ed allo scrittore del libro Codice Rosso sulla sanità italiana, Giovanni Savignano. L’amore e l’attenzione della gente –
ha detto Pino Tordiglione – la riposta più bella alla nostra azione che ci vede protagonisti con Virgilio Caivano da Sondrio a Messina per costruire una nuova stagione di partecipazione
e responsabilità condivisa dal basso».

All’On. Lonardo Mastella la platea ha riservato un bellissimo omaggio floreale e tanto affetto e simpatia. A concludere in bellezza la manifestazione la finalista di Miss Italia 2007, Raffaella
Modugno che il Portavoce di Piccoli Comuni ha incoronato come Testimonial 2008 dei Piccoli Comuni italiani.

Leggi Anche
Scrivi un commento