I flussi per i lavoratori extracomunitari stagionali

Il Ministero dell’Interno, con circolare prot. 263 del 18 gennaio 2008, ha fornito informazioni in merito al DPCM 8 novembre 2007 che ha stabilito la programmazione dei flussi d’ingresso dei
lavoratori extracomunitari stagionali.

Nel 2008, in particolare, sono ammessi in Italia 80 mila lavoratori appartenenti alle seguenti tipologie:
– lavoratori subordinati stagionali non comunitari di Serbia, Montenegro, Bosnia-Herzegovina, ex Repubblica Yugoslava di Macedonia, Croazia, India, Pakistan, Bangladesh, Sri Lanka e
Ucraina;
– lavoratori subordinati stagionali non comunitari di Tunisia, Albania, Marocco, Moldavia ed Egitto, Paesi che hanno sottoscritto o stanno per sottoscrivere accordi di cooperazione in materia
migratoria;
– cittadini stranieri non comunitari titolari di permesso di soggiorno per lavoro subordinato stagionale negli anni 2005, 2006 o 2007.
Il Ministero ha reso noto che si potrà accedere al sito dedicato al decreto flussi a partire dal prossimo 28 gennaio e che le domande potranno essere inviate dalle ore 8 del 1°
febbraio.
Come nel caso dei lavoratori non stagionali, anche per quelli stagionali è obbligatorio inviare le domande con modalità telematica, ma la modulistica è stata semplificata
in considerazione delle peculiarità del lavoro stagionale.
Il Ministero ha reso noto che l’accreditamento per l’invio delle domande relative ai lavoratori non stagionali è confermato anche per i lavoratori stagionali, mentre per gli altri
operatori ciascuna associazione deve compilare il modello allegato alla circolare ed inviarlo alla Prefettura, anche in formato elettronico.

Ministero dell’Interno, circolare prot. 263 del 18 gennaio 2008

Leggi Anche
Scrivi un commento