Guasto a centrale nucleare slovena, nessuna fuga radioattiva

Allarme rientrato, ma certo il guasto verificatosi ieri nella centrale nucleare slovena di Krsko ha fatto rivivere all’Europa l’incubo di Chernobyl, tutto è accaduto nel tardo
pomeriggio. Nell’impianto, che si trova a 130 chilometri dal confine italiano, si è verificata una fuoriuscita di liquido nel circuito di raffreddamento. Il reattore è stato
spento e resterà fermo fino a quando non saranno effettuate le necessarie riparazioni.

Non si è verificata alcuna fuga radioattiva nell’ambiente, assicurano le autorità slovene. Tranquillizza anche la Commissione Europea, che ha subito messo in moto il sistema di
allerta per i rischi radioattivi, che prevede un avvertimento a tutti gli stati membri. Anche l«Aiea, l’Agenzia internazionale dell’energia nucleare, afferma che non c’è alcun
pericolo. In Italia i ministeri della Salute e dell’Ambiente assicurano che non c’è alcun rischio e che la nostra rete di monitoraggio della radioattività non ha segnalato
alterazioni nemmeno al confine. Ma scoppia la polemica, con Greenpeace che parla di un «avvertimento» sui rischi del nucleare.

Leggi Anche
Scrivi un commento