GUALA CLOSURES S.p.A.: approvata dal Consiglio di Amministrazione la Relazione Trimestrale al 30 settembre 2007

Il Consiglio di Amministrazione di Guala Closures SpA, società quotata al segmento STAR di Borsa Italiana SpA e tra i principali operatori a livello mondiale nel settore della produzione
e commercializzazione di chiusure di sicurezza in plastica e in alluminio, ha approvato oggi la Relazione Trimestrale al 30 settembre 2007.

I dati del terzo trimestre evidenziano un ulteriore significativo incremento dei ricavi ( 27,4%), dell’EBITDA ( 38,6%), dell’EBIT ( 46,2), e del risultato netto ( 36,7%). Si precisa che i dati
2007 includono gli effetti economici e finanziari dell’acquisizione della società australiana Auscap Holdings Pty Ltd conclusasi il 22 gennaio 2007. I ricavi nel terzo trimestre 2007 si
sono attestati a 86,2 milioni di euro, in aumento del 27,4% rispetto ai 67,7 milioni di euro del medesimo periodo del 2006.

Tale incremento deriva principalmente dalla crescita dei volumi registrata in Europa e Asia, nonché dall’effetto del consolidamento della società australiana Auscap Holdings Pty
Ltd. Sul fronte della crescita organica è proseguita in maniera sostenuta la penetrazione sul mercato indiano e dell’estremo oriente, grazie in particolare al successo delle chiusure Nip
Cap e Safety Closures, e sul mercato globale delle chiusure per il vino.

Nel corso del terzo trimestre 2007 il margine operativo lordo (EBITDA) evidenzia un incremento in valore assoluto di 5,5 milioni di euro ( 38,6%) rispetto al corrispondente periodo
dell’esercizio precedente, con una incidenza percentuale sulle vendite in crescita dal 20,9% del 2006 al 22,7% del 2007, in parte riconducibile alla plusvalenza di ? 4,7 milioni derivante dalla
vendita del sito produttivo di Alcalà de Henares, che compensa parzialmente i costi derivanti dalla razionalizzazione industriale, già accantonati al 30 giugno 2007 per un importo
di circa 6,7 milioni di euro.

Il risultato netto della gestione finanziaria è passato da -2,6 milioni di euro del terzo trimestre 2006 a -5,1 milioni di euro dell’attuale periodo, principalmente per effetto del
maggior indebitamento dovuto all’acquisizione della società australiana Auscap Holdings Pty Ltd. Il risultato netto, pari a 6,7 milioni di euro, è in crescita del 36,7% rispetto
ai 4,9 milioni di euro del corrispondente periodo del 2006.

L’indebitamento finanziario netto si è attestato a 242,9 milioni di euro, contro i 147,2 milioni di euro al 31 dicembre 2006 (con un incremento di 95,7 milioni di euro). La differenza
è riconducibile per 73,4 milioni di euro alle attività di acquisizione e per il residuo alla normale stagionalità del business.

“Abbiamo chiuso” – commenta l’Ing. Marco Giovannini, Presidente e Amministratore Delegato di Guala Closures S.p.A. – “un trimestre estremamente complesso con risultati sostanzialmente in linea
con le nostre previsioni. E’ doveroso rivolgere un caloroso ringraziamento alle nostre maestranze che hanno prodotto uno sforzo superiore alle normali aspettative per mettere in condizione la
Società di soddisfare il mercato pur razionalizzando otto fabbriche”. “In aggiunta” – conclude Giovannini – “ringraziamo tutti i nostri clienti che in più di un’occasione hanno
dimostrato la pazienza ed il supporto necessari per permetterci di adattarci alla forte crescita della domanda”.

ex Art 154-bis Comma 2 – Parte IV, Titolo III, Capo II, Sezione V-bis, del Decreto Legislativo 24 febbraio 1998, n.58: “Testo Unico delle disposizioni in materia di intermediazione finanziaria,
ai sensi degli articoli 8 e 21 della legge 6 febbraio 1996, n.52”. Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari Dr. Anibal Diaz dichiara ai sensi del comma 2 articolo
154 bis del Testo Unico della Finanza che l’informativa contabile contenuta nel presente documento corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili.

Il gruppo Guala Closures, quotato al segmento STAR di Borsa Italiana, è tra i leader della produzione mondiale di chiusure per le bevande alcoliche, bibite ed i mercati dell’olio
producendo una vasta gamma di chiusure in alluminio e di sicurezza per aziende internazionali e nazionali. Con una presenza in 15 paesi con 23 stabilimenti e 3 uffici commerciali, il Gruppo
impiega circa 2.300 dipendenti attraverso la divisione Closures e la divisione PET.

Leggi Anche
Scrivi un commento