Gravidanza, molti carboidrati favoriscono i calcoli biliari

Gravidanza, molti carboidrati favoriscono i calcoli biliari

Pane, pasta e pizza: tutti cibi gustosi, ma che in gravidanza possono riservare sgradite sorprese. Le madri che in quei nove mesi esagerano coi carboidrati diventano infatti più soggetti
a calcoli biliari.

Questa l’ipotesi di una ricerca dell’University of Washington (USA), diretta dalla dottoressa Cynthia Ko e presentata alla Digestive Disease Week 2011 in corso a Chicago.

La squadra universitaria ha seguito 3.070 donne nel primo trimestre di gravidanza, tenendole poi sotto osservazione fino a 4-6 mesi dopo il parto. Le donne hanno subito esami ad ultrasuoni,
compilato un diario alimentare periodico e sottoposte ad un test finale post-partum.

L’insieme delle indagini ha mostrato come l’elevato consumo di carboidrati (ma anche di amido e fruttosio) aumentava significativamente il rischio di calcoli biliari rispetto a stili di
nutrizione che privilegiavano altri elementi. Al contrario, il pericolo non è risultato influenzato dalle dosi di grassi e proteine.

Allora, pur evidenziando la provvisorietà dei risultati, la dottoressa Ko ritiene che “Ridurre il consumo di carboidrati, amido e fruttosio in gravidanza possa limitare il pericolo di
comparsa dei calcoli biliari”.

Nonostante la necessità di esami approfonditi, il lavoro della Washington University si inserisce nel filone della medicina preventiva, con la dieta giusta metodo per evitare la comparsa
di disturbi (e la conseguente terapia classica).

Questa l’opinione del professor Mark DeLegge, docente di medicina della Medical University of South Carolina. Per DeLegge “Queste ricerche mostrano risultati importanti e basati su elementi
scientifici circa l’effetto della dieta per i disordini gastrointestinali. Cosa che sta cambiando il modo in cui rileviamo e trattiamo un vasto numero di malattie digestive. I pazienti devono
capire che la dieta gioca un ruolo importante nel conservarli in buona salute”.

FONTE: Anne Hart, “Too many carbs and excess fructose may raise your risk of getting gallstones”, Examiner.com, 9/05/011

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento