Gocce di Lago: tre serate dedicate al Lago di Varese

Gocce di Lago: tre serate dedicate al Lago di Varese

La Provincia di Varese in collaborazione con il Comune di Biandronno ha organizzato un ciclo di tre incontri dedicati al lago di Varese e denominato «Gocce di lago: passato, presente e
futuro». Gli incontri si svolgeranno nelle giornate di Martedì 24 Marzo, Giovedì 30 Aprile e Giovedì 28 Maggio a Biandronno nella sede di Villa Borghi a partire dalle
20.30.

«Il Lago è uno dei simboli del nostro territorio – ha spiegato il Presidente della Provincia di Varese Dario Galli – una zona di grande interesse ambientale, turistico e sportivo.
Per il canotaggio, ad esempio, è un punto di riferimento per tante nazionali che ormai da anni si allenano da noi. Ora stiamo lavorando affinché diventi «terreno»
d’allenamento anche per la nazionale italiana visto che molti atleti azzurri sono proprio varesini. Da qualche decennio poi abbiamo iniziato un importante opera di recupero e i primi interventi
significativi sono stati portanti avanti ai tempi dell’amministrazione provinciale guidata da Massimo Ferrario. Ora che abbiamo risolto la questione degli scarichi civili e industriali, stiamo
lavorando sulla qualità delle acque del bacino. E’ necessario far crescere l’interesse di tutti per il recupero di questo patrimonio e queste tre serate vanno proprio in questa direzione.
Per tale motivo ringrazio tutti coloro che insieme alla Provincia si sono adoperati per organizzare questa meritevole iniziativa».

All’incontro con la stampa era presente anche l’Assessore all’Ecologia Luca Marsico: «Un trittico di incontri utile a riannodare i fili tra passato e presente per programmare il futuro del
lago. E’ in corso una sperimentazione importante con uno strumento, il Phoslock, considerato all’avanguardia a livello mondiale».

Chi si aspetta grande partecipazione alle tre serate è il sindaco di Biandronno Antonio Calabretta: «La gente frequenta sempre più le nostre piste ciclopedonali e questo
è un segnale importante che dobbiamo cogliere. I Comuni attorno al lago credono nel recupero delle acque e queste tre serate mostreranno a tutti le peculiarità e le bellezze di
questa porzione di territorio».

Nelle tre serate dedicate al lago di Varese storici, scrittori, giornalisti, uomini di scienza e pescatori racconteranno storia, cultura e tradizioni del nostro lago, per non dimenticare come
è stato, per capire come è cambiato e per immaginare come potrà essere.

Il ciclo di incontri ripercorrerà la storia naturale e antropica del lago di Varese fin dalle sue origini e si terranno a Villa Borghi, «un importante patrimonio recuperato – ha
spiegato Paola Della Chiesa, tra gli organizzatori della serata – e luogo ideale per scoprire il nostro bacino, ma anche per ammirare, grazie alla straordinaria posizione in cui sorge la villa,
incantevoli paesaggi sulle acque e sulle montagne che fanno da scenografico corollario alla nostra provincia».

La prima serata intitolata «Il lago di Varese: Una storia che parte da lontano» si aprirà con la proiezione di un interessante documentario sul lago; successivamente i relatori
illustreranno la nascita geologica del nostro lago, e ne ripercorreranno la storia dai primi insediamenti umani fino al medioevo.

La seconda serata «Il lago di Varese tra passato e presente» tratterà della storia del lago fino ai giorni nostri, raccontando dell’urbanizzazione e dell’industrializzazione
delle sue sponde e delle attività caratteristiche sorte sulle sue rive, ma anche di leggende e storie di pescatori.

L’ultima serata «Il lago di Varese e il suo futuro» avrà carattere scientifico. Verranno illustrati gli interventi di risanamento attuati negli anni passati e l’evoluzione
della qualità delle acque del lago; verrà presentato il progetto di sperimentazione scientifica attualmente in corso che prevede il dosaggio di un’argilla modificata (Phoslock) in
grado di mitigare il rilascio del fosforo dai sedimenti lacustri al fine di ridurre l’eutrofizzazione e di conseguire un miglioramento generale della qualità delle acque.

Verrà poi tracciato un ritratto del possibile futuro del lago, nell’ottica di una fruizione sostenibile che garantisca la conservazione dell’ambiente naturale e della
biodiversità.

In occasione di questo evento, a Villa Borghi sarà allestita una mostra fotografica avente per tema il lago di Varese. Inoltre, al fine di promuovere tra i giovani la conoscenza della
storia, della cultura e delle tradizioni del lago, la Provincia ha organizzato un concorso fotografico dal titolo «Gocce di lago: passato, presente e futuro – Un viaggio alla scoperta della
storia e delle tradizioni del lago di Varese, della sua gente, della sua natura» riservato agli alunni delle scuole medie e superiori dei Comuni rivieraschi o che risiedano nei suddetti
Comuni. La premiazione del concorso avrà luogo nella serata del 28 Maggio. Il bando completo sarà consultabile sul sito istituzionale della Provincia di Varese.

Leggi Anche
Scrivi un commento