Gli eventi che animeranno Arezzo Wine 2009

 

Un concorso gastronomico riservato ai giornalisti: Penne Bruciate, il Cooking show, i forum, la Strada del Tartufo e un gemellaggio tra le due delegazioni AIS di Arezzo e Roma.Non solo
vino alla 2° Mostra Mercato «Arezzo Wine» (dal 28 febbraio al 2 marzo 2009 presso il Nuovo Centro Affari e Convegni di Arezzo).

Vi saranno anche forum, show e curiosità legate al mondo della gastronomia e dell’arte culinaria. Alle 15,30 di sabato 28 febbraio verrà presentata la Strada del
Tartufo d’Italia e d’Europa con gli interventi di Roberto Rossi e Ilias Tasias, rispettivamente presidente e direttore del Patto territoriale dell’Appennino Centrale; Rodolfo Mencarelli
del Mencarelli Group di Gubbio, Roberto Lodovichi, presidente dell’Associazione Cuochi della Provincia di Arezzo e Claudio Zeni, giornalista enogastronomico moderatore dell’incontro.

Sensazioni di un viaggio a ritroso nel tempo percorribile grazie a questa strada disegnata dal Patto Territoriale dell’Appennino Centrale, un’associazione a cavallo di
quattro regioni: Emilia Romagna, Toscana, Marche e Umbria, undici Comunità montane dell’Appennino Centrale di quattro province, Forlì-Cesena, Arezzo, Perugia e
Pesaro-Urbino, che oltre a voler guidare il visitatore alla conoscenza del pregiato fungo ipogeo e i luoghi dove ha origine, vuole essere un importante veicolo di promozione turistica
per il centro Italia.

Alle ore 17 «L’anima forte del sangiovese Orcia» – Il Consorzio del vino Orcia presenta una selezione di vini Orcia Doc espressione di un territorio ad alta vocazione
vinicola e di rara bellezza: la Val d’Orcia, paesaggio naturale patrimonio UNESCO. In degustazione le etichette Orcia rosso, in un percorso guidato in lingua italiano e
inglese, attraverso il vasto territorio della denominazione. I protagonisti: Belsedere, Canonica, Capitoni Marco, Poggio al vento, Resta, Az.Trequanda (www.consorziovinoorcia.it).

All’interno di Arezzo Wine verrà organizzata da Andrea Alimenti con la sua agenzia Gustobus in collaborazione con la Federazione Italiana Cuochi e l’associazione
Cuochi Aretini l’anteprima del concorso internazionale «International Wine Chef» che sarà organizzato nell’edizione 2010 di Arezzo Wine. Il coordinatore e
presentatore della Kermesse sarà Alex Revelli. Il programma della tre giorni Aretina prevede la presenza di 6 chef di fama che si sfideranno per creare il miglior piatto abbinato
ad una tipologia di vino.

Nella giornata di domenica 1 marzo dalle 9,30 alle 15. L’Associazione Italiana Sommelier grazie al lavoro svolto da Massimo Rossi – a capo della delegazione di Arezzo – si
svolgerà il concorso «Indovino». L’evento sarà riservato alle squadre delle delegazioni Toscane e Nazionali che metteranno a disposizione i propri
fenomeni per aggiudicarsi la vittoria del concorso. Alle ore 15 saranno premiati i vincitori.

Vi saranno anche forum, show e curiosità legate al mondo della gastronomia e dell’arte culinaria e un concorso gastronomico. Alle 17 di sabato 28 febbraio si accenderanno i
fornelli per dare inizio alla 2° edizione di «Penne Bruciate»; è un concorso gastronomico semiserio in cui i giornalisti saranno i veri protagonisti della gara.
Durante l’anno la stampa è solita dare giudizi, spesso anche severi nei confronti di chef e aziende del settore (dalla ristorazione, alla ricettività alla produzione di
tipicità dell’enologia e dell’agroalimentare).

Penne Bruciate è un concorso nato con lo scopo di giudicare i giornalisti ai fornelli e la giuria ovviamente sarà composta dagli stessi chef e titolari delle suddette
attività. In quanto concorso semiserio, e in linea con il nome che porta, vince chi realizzerà il piatto peggiore ma questi dovrà astenersi per un anno dal
pubblicare «stroncature» di attività del settore, soprattutto ristoranti. Nel 2008 al cospetto di una giuria di ristoratori della provincia di Arezzo fra i quali
alcuni presenti anche ad Arezzo Wine 2009. Il vincitore della 1° edizione sarà presente per cedere il testimone al prossimo (s)fortunato successore.

Il concorso andrà in «scena» il sabato 28 febbraio (pomeriggio) all’interno degli spazi fieristici. Gemellaggio nella sommellerie tra le delegazioni AIS di Arezzo e
Roma. La delegazione di Arezzo, rappresentata dal delegato Massimo Rossi e la delegazione di Roma, rappresentata dalla delegata Daniela Scrobogna, alla presenza di autorità
A.I.S. e istituzionali, ufficializzeranno una reciproca collaborazione su attività di formazione e promozione nei contesti associativi A.I.S.

«Collaborazione di grande importanza per la nostra delegazione – sostiene Massimo Rossi – in considerazione della notevole esperienza maturata dalla delegazione di Roma che
nell’ultimo decennio può vantare di essere una delle realtà più importanti a livello nazionale e mondiale nell’universo della sommellerie, per
organizzazione, promozione e comunicazione, ma al tempo stesso una realtà aperta e disponibile a trasmettere ai colleghi la professionalità che la
contraddistingue». 

Innovazione – L’imboccastrada, Il Marketing del Gusto «Mangia le tappe» – Turismo ed enogastronomia in Italia con indicazioni reperibili anche su cellulare. Sempre
più fasce di età comunicano oggi con la telefonia mobile. Tutti usufruiscono di questo mezzo d’avanguardia che, grazie al nuovo traguardo raggiunto, permette di
visualizzare addirittura il portale web su qualsiasi telefonino. L’Imboccastrada sarà presente con uno stand e un forum domenica alle ore 16.

All’interno dello stand oltre allo schermo che illustrerà il progetto, sarà presente anche «ALO» un nuovo strumento per la fotografia digitale dei prodotti
aziendali, anche di enogastronomia, per luna facile catalogazione, per sviluppare l’e-commerce e per inviare via mail ai propri contatti con un software semplice e di facile utilizzo
(www.flexline.it – http://www.limboccastrada.it).

 

Leggi Anche
Scrivi un commento