Fresca di stampa la carta degli abbinamenti delle birre di Birra Moretti

Fresca di stampa la carta degli abbinamenti delle birre di Birra Moretti

Ormai da alcuni anni Birra Moretti ha avviato un percorso finalizzato a migliorare la cultura della birra in Italia, proponendone il consumo durante i pasti, sia come bevanda di accompagnamento
alle pietanze sia come vero e proprio ingrediente per realizzarle.
Sulla scia di questo cammino nasce oggi La Carta degli Abbinamenti delle birre di Birra Moretti, un volume di 74 pagine, affidate all’esperta penna di Maurizio Maestrelli, uno dei più
competenti giornalisti italiani in materia birraria, per divulgare le regole base per gustare a pieno una birra e per abbinarla correttamente al cibo.

La birra, infatti, si declina al plurale e si distingue per colori e profumi, ingredienti e gradazione alcolica, stile di
produzione e modalità di consumo.
È un dato di fatto: la birra sta aprendo nuovi e interessanti orizzonti alla ristorazione di qualità e, non a caso, sono sempre di più gli chef che la utilizzano in cucina
per realizzare piatti capaci di arricchire i menù proposti abitualmente alla propria clientela. E di questo se ne sono accorte anche le guide di settore che da qualche anno a questa parte
hanno deciso di valorizzare la presenza delle birre nei ristoranti.

Birra Moretti è l’unico marchio italiano di birra a poter vantare una gamma davvero completa: lager, puro malto, doppio malto, rossa, analcolica e Birra Moretti Grand Cru, una nuova birra
speciale ad alta fermentazione, realizzata con ingredienti selezionati di qualità che ne fanno un prodotto perfetto da gustare al ristorante e in ogni occasione  speciale. Le sei
specialità Birra Moretti, ognuna delle quali ha caratteristiche organolettiche diverse, permettono abbinamenti con un’ampia varietà di sapori e di ingredienti stimolando così
l’estro di chi, per lavoro o per diletto, comanda i fornelli di una cucina.

La Carta degli Abbinaenti delle birre di Birra Moretti è consultabile e scaricabile anche online: http://www.birramoretti.it

COME SI ABBINA LA BIRRA

La birra a tavola sta benissimo e permette accostamenti nuovi, diversi dal solito e del tutto soddisfacenti. Con questo volume Birra Moretti ha cercato di evidenziare le principali linee guida
per orientarsi. Eccone alcune.

• Ogni piatto vuole la sua birra e, in generale, il gusto dolce attenua l’acido, il gusto amaro rende difficile la percezione del salato e il gusto acido attenua l’amaro.

• Diversamente dal vino, con la birra si è soliti seguire la strada dell’affinità, piuttosto che quella del contrasto: a piatti strutturati e succulenti si sposano birre dotate
di un buon corpo, discreta gradazione alcolica, intensità di profumi e sapori; con piatti leggeri birre più delicate e poco alcoliche.

• Pasta, riso, pane, ma anche crostacei o frutti di mare e la grassezza tipica di altri ingredienti come certi tipi di formaggio o di salume, richiedono una birra rinfrescante, piacevolmente
luppolata e frizzante. Ad esempio: Birra Moretti (la classica) o Birra Moretti Doppio Malto.

• Per la carne rossa, magari alla griglia, le alternative sono due: se è stata cotta rapidamente per lasciarla rosea
all’interno, senza condimenti particolari, le si può avvicinare una birra con una struttura alcolica in grado di
equilibrarne la succulenza e la struttura (ad esempio Birra Moretti Doppio Malto). Qualora sulla carne si usassero erbe aromatiche o salse speziate, la scelta più suggestiva potrebbe
essere Birra Moretti Grand Cru.

• Il sapore più delicato delle carni bianche non deve essere sovrastato. L’equilibrio in questo caso va cercato a
una soglia di intensità più bassa, quella magari offerta da Birra Moretti Baffo d’Oro o dall’analcolica Birra Moretti Zero.

• Per il pesce non va dimenticata la delicatezza aromatica delle sue carni, soprattutto nelle preparazioni “in bianco”, scegliendo birre leggere e non “invasive”: pils e lager (come ad
esempio Birra Moretti, la classica).

• Sapore e consistenza sono le caratteristiche che vanno prese in considerazione nell’abbinamento della birra ai formaggi: a quelli freschi e dal sapore delicato va abbinata una birra poco
alcolica, frizzante e tendenzialmente secca (lager e pils, ad esempio). Viceversa, formaggi saporiti e stagionati trovano il loro punto di equilibrio con birre dalla gradazione più
importante e una maggiore aromaticità come Birra Moretti Grand Cru o Birra Moretti La Rossa.

Birra Moretti nasce nel 1859 a Udine nella “Fabbrica di Birra e Ghiaccio” fondata da Luigi Moretti. Apprezzata da subito in tutto il Friuli, diventa in pochi decenni una birra nazionale. Oggi
Birra Moretti, oltre a essere tra le birre più conosciute e consumate in Italia, è esportata in oltre 40 Paesi nel mondo fra cui USA, Gran Bretagna, Canada e Giappone. Birra Moretti
è oggi disponibile sul canale Modem Trade e Ho.re.ca. nelle versioni Birra Moretti, Birra Moretti La Rossa, Birra Moretti Doppio Malto, Birra Moretti Baffo d’Oro, Birra Moretti Zero e
Birra Moretti Grand Cru.

Leggi Anche
Scrivi un commento