Formigoni inaugura centro di ricerca farmaceutica

Milano – «Alla fiducia che avete dimostrato nei confronti di Milano, la Lombardia risponde offrendo il contesto più favorevole allo sviluppo del settore
farmaceutico».

Lo ha affermato oggi il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, rivolgendosi agli amministratori della Sanofi-Aventis nel corso della cerimonia di inaugurazione del nuovo centro
di ricerche aperto a Lambrate dal gruppo farmaceutico.
«Grazie a questo centro – ha aggiunto Formigoni – la Lombardia arricchisce con un nuovo tassello il settore dell’industria farmaceutica, fornendo un contributo importante allo sviluppo di
conoscenze avanzate e al miglioramento del benessere dei cittadini e Lambrate si candida a sviluppare un moderno polo della ricerca in sinergia con la nuova iniziativa dell’Università di
Milano nel settore del farmaco che, proprio in quest’area, darà vita a un polo per la ricerca».

Formigoni ha quindi ricordato i primati che la Lombardia vanta nel settore, «con più di 100 imprese del farmaco, 32 centri di ricerca, più di 60 stabilimenti, oltre 34.000
addetti, 2.790 ricercatori e un investimento annuo di quasi 400 milioni di euro, che ne fanno la prima regione italiana per sperimentazioni cliniche e la seconda in Europa nel settore
chimico-farmaceutico».
«In questo contesto – ha spiegato il presidente – la Regione intende favorire la ricerca farmaceutica promuovendo una serie di accordi con aziende private. Abbiamo già firmato 14
protocolli per altrettanti progetti di ricerca clinica e abbiamo sostenuto la realizzazione di nove centri di eccellenza nei settori delle biotecnologie e della genomica, per un investimento
complessivo di 77 milioni di euro e un contributo regionale di oltre 32 milioni di euro, oltre a sviluppare progetti altamente innovativi come il Cerba, il Centro di Nanomedicina e la
‘Cittadella della salute’».

«Il nostro obiettivo – ha concluso Formigoni – è quello di dare vita a una rete coordinata di strutture scientifiche e di diffondere conoscenze specifiche per porre la Lombardia
come attore principale dei processi più innovativi nel campo della salute. Questa linea di azione si colloca perciò in una visione più ampia, che ci vede impegnati a far
sì che Milano e la Lombardia diventino un grande polo per la salute in ambito internazionale».

Leggi Anche
Scrivi un commento