Formaggio da atleti. Anche in Italia piace il Cheese Rolling

Formaggio da atleti. Anche in Italia piace il Cheese Rolling

Gli storici ritengono che la sua origine derivi da alcune manifestazioni pagane, mantenute in vita dai Romani e giunte così fino a noi, ma questo ha un importanza relativa. Quello che
conta veramente è che lo sport britannico del cheese rolling sbarca in Italia: il prossimo 1 giugno, a San Valentino, comune Trentino nei pressi di Rovereto, si celebrerà il Cheese
Rolling-Day, manifestazione italiana dedicata a tale usanza.

Le regole di questa disciplina sono semplici: i concorrenti, divisi in manche da 15-20 per volta, a seconda del numero dei partecipanti, si posizionano sulla linea di partenza, in cima ad una
collina con pendenza media intorno ai 30° gradi e dal fondo scosceso. Il giudice di gara, denominato Master of Ceremonies, li raggiunge portando con sé una forma di formaggio di 4-5
chili. Al suo comando di «Pronti…attenti…rotola…» il formaggio sarà fatto rotolare giù dalla rampa, mentre il comando «Via !» i partecipanti
possono iniziare ad inseguirlo; vince chi per primo arriva in fondo. Data la cornice atletica, il cheese rolling è sport con una rilevante probabilità d’ingiurie fisiche: l’uso del
casco è obbligatorio, ma sono consigliate ulteriori protezioni.

Non solo cheese rolling, comunque: nell’ambito della manifestazione trentina sono previsti eventi di musica live, stand di degustazioni gastronomiche e ulteriori competizioni non convenzionali,
come la gara dei mangiatori di salsicce.

Se perciò siete interessati a come un formaggio può trasformarsi da protagonista della buona tavola a fuggitivo inseguito da atleti coraggiosi o, più in generale, volete
saperne di più sul Cheese Rolling Day potete andare sul sito www.cheese-rolling.it o chiamare il numero 3495848191, president@bastinside.com

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento