Forli: le strade del caffè in Etiopia

 

Mercoledì 11 febbraio alle ore 9.00 presso la Camera di Commercio di Forlì – Cesena in corso della Repubblica 5 a Forlì, si svolgerà il workshop Ecoturismo
sulle strade del caffè, promosso dall’Associazione di solidarietà e cooperazione internazionale LVIA, l’Associazione Forlì Terzo Mondo LVIA, la
Provincia di Forlì – Cesena e la Camera di Commercio di Forlì – Cesena.

Il workshop è un’occasione per approfondire con il territorio l’impegno comune nella promozione del progetto di lotta alla povertà che la LVIA, organismo non
governativo da oltre quarant’anni impegnato nel continente africano, ha avviato insieme a diversi partner locali e con un cofinanziamento della Provincia di Forlì – Cesena
nella Regione del Sidamo, nel Sud dell’Etiopia.

Oltre al Presidente della Provincia Massimo Bulbi e al Presidente della Camera di Commercio Tiziano Alessandrini, parteciperanno ai lavori Rosanna Preus per la Regione Emilia Romagna,
Alberto Manni, Assessore provinciale, Andrea Stocchiero, Vicedirettore del CeSPI (Centro Studi Politica Internazionale), che approfondirà il tema della cooperazione decentrata
come nuova opportunità di partenariato tra territori del Nord e del Sud del mondo, e referenti di LVIA per presentare il progetto «sulle vie del caffè» in
Etiopia.

Il Sidamo, zona del caffè d’eccellenza rinomata in tutto il mondo, si trova nel cuore della zona arcaica di origine del caffè primigenio selvatico. Qui è nata
l’Unione dei produttori di caffè del Sidamo: la cooperativa rappresenta nel complesso 87.000 piccoli produttori e, con la propria rete di assistenza tecnica, promuove la
produzione e la commercializzazione del prodotto nel paese e all’estero. Con questo partner, a cui si sono presto aggiunti università, enti turistici e culturali etiopi, la
LVIA, presente nel paese dal 1972, ha realizzato l’idea: creare opportunità di reddito per la popolazione valorizzando le potenzialità locali: la coltura del
caffè, le meraviglie naturalistiche e le tradizioni culturali. Come? Promuovendo degli itinerari ecoturistici modellati sulle esigenze e le opportunità delle
comunità locali, coinvolte e responsabilizzate nella gestione e nella promozione turistica del proprio territorio.

«Dapprima è stato realizzato uno studio sulle potenzialità turistiche dell’area, con il sostegno dell’IFAD. Da questo primo documento, nel 2006 è
stato redatto uno studio di fattibilità che si è concretizzato nella proposta progettuale – spiega Roberto Ravaioli, referente del progetto – Sono state formate delle
guide turistiche locali, è stato realizzato il Coffee Visitors Center, una struttura di informazione, degustazione e simulazione del ciclo del caffè e sono stati ideati
due itinerari turistici alla scoperta delle strade del caffè, della biodiversità e delle tradizioni culturali dell’area».

Gli itinerari offrono percorsi di trekking tra coloratissime coltivazioni di caffè nel magnifico paesaggio naturale del Sidamo, alla scoperta della ricca biodiversità
dell’area, tra siti storici, abitazioni e pasti tipici, suggestive cerimonie del caffè. Ma soprattutto, con l’accompagnamento delle comunità contadine del
luogo, parte della Cooperativa di produttori di caffè Wotonna Bultumma.

«Il territorio di Forlì Cesena ha deciso di impegnarsi con noi nella realizzazione di questo progetto – afferma Gigliola Casadei, presidente dell’Associazione
Forlì Terzo Mondo LVIA – mostrando la propria volontà di agire con delle azioni concrete per il bene comune: non per beneficenza, ma per senso di responsabilità
verso il rispetto dei diritti negati. Un mondo dove tutti hanno delle opportunità è un mondo più sicuro».

La Provincia di Forlì – Cesena sostiene il progetto con un cofinanziamento e una delegazione si è già recata in Etiopia nell’area di intervento. «I
governi, gli enti locali, hanno il dovere di rilanciare gli Obiettivi del Millennio e di sostenere le tante associazioni che con serietà lavorano per lo sviluppo dei paesi
poveri. La Provincia di Forlì – Cesena è da anni impegnata in tal senso e particolarmente interessante è la collaborazione con l’Associazione Forlì
Terzo Mono LVIA» spiega Alberto Manni, Assessore al Welfare, Sicurezza dei Cittadini e del Territorio della Provincia di Forlì – Cesena.

La Camera di Commercio di Forlì – Cesena sostiene il progetto con attività di sensibilizzazione e promozione sul territorio. Il Presidente Tiziano Alessandrini spiega:
«Instaurare efficaci rapporti di collaborazione intorno a progetti cooperativi con il Sud del mondo rientra tra le possibili strategie che ruotano intorno alla parola-chiave
«sostenibilità» che mirano a promuovere il protagonismo delle popolazioni locali, ripensando un modello di convivenza più adeguato per tutti».

 

Leggi Anche
Scrivi un commento