Firenze: Fancy Flair ha il piacere di presentare il comico livornese Claudio Marmugi

 

Palinsesto ricco di sorprese questa settimana ad Otel Varieté.

Come ospite speciale nel corso di Fancy Flair salirà sul palco il sarcastico comico livornese Claudio Marmugi. Ma non solo: infatti ad arricchire Otel Ballet, ci saranno anche le
evoluzioni acrobatiche dei due capoeristi di Bahia Pedro e Junior e, come show pre-disco, andrà in scena il live del trio Pocopop.

Quest’ultimi sono una band formatasi nel 2005 con l’idea di miscelare i più disparati generi musicali. Battezzati nei locali della riviera romagnola, nel 2006 partecipano
al «Music-Context» piazzandosi ai primi posti su oltre 200 gruppi concorrenti. Oggi i PocoPop possono contare su un repertorio di centinaia di brani, che spaziano da un
genere più soft ad un rock più acceso.

Tornando a Fancy Flair, questa settimana Otel cala l’asso proponendo le gag ed i monologhi irriverenti del cabarettista livornese Claudio Marmugi.

Classe ‘73, comico, regista e insegnante teatrale, Claudio inizia la carriera artistica nel 1989 come videomaker e, contemporaneamente, come autore di testi e vignette per il
giornale satirico «Il Vernacoliere – LivornoCronaca». Dopo essersi dato al teatro serio in diverse Compagnie, dal 1999 si dedica interamente al cabaret approdando nel 2002 a
Zelig, e partecipando negli anni 2004 e 2006 rispettivamente a «Zelig Off» e «Zelig Circus». Ragioniere pentito, si laurea in Lettere Moderne
all’Università di Pisa con una tesi intitolata «Meccanismi del Cinema Comico Demenziale Americano», dirige nel frattempo svariati cortometraggi e spettacoli
teatrali, pubblica un libro comico («Puoi essere di Parigi, puoi essere di New York… Ma Tanto non sei di Livorno!») ed infine scrive e partecipa a molte trasmissioni
televisive.

Il suo spettacolo nasce da una semplice insoddisfazione globale. Monologhista arrabbiato, ha scelto un unico, piccolo, insignificante bersaglio: tutta la Cultura di Massa. Un monologo
«fiume» su come noi, tutti giorni, subiamo le influenze dei media per essere sempre alla moda e di tendenza. Uno spettacolo buffo e irriverente, per ridere e in parte anche
riflettere.

Finito lo show, la pista sarà affidata alle selezioni happy e ’70-’80-’90 dei djs resident Mirko Piacentini, Gabba e Fabien.

 

Leggi Anche
Scrivi un commento