Firenze: Cinema&Donne, apertura con le rose di Alina Marazzi

 

Oggi venerdì 7 novembre inizia il Festival internazionale «Cinema&Donne», cinque giorni di proiezioni al cinema Odeon di Firenze per 28 film che vedono le
donne protagoniste assolute. Il Festival fa parte del cartellone «50 giorni di Cinema internazionale a Firenze», manifestazione promossa dalla Mediateca
Regionale Toscana e inaugurata lo scorso 30 Ottobre con il Festival France Cinéma.

Domattina alle ore 10.00 in Palazzo Vecchio la regista Alina Marazzi terrà una lezione incontro con gli studenti delle scuole superiori di Firenze e alle 12.00 riceverà il
Premio Sigillo della Pace.

Alle 20.30 festa di apertura al Cinema Odeon: musica con il gruppo «La Vague» e alle 21.30 la proiezione di «Vogliamo anche le rose» di Alina
Marazzi: un vivace collage di documenti, reclames, film, interviste e testimonianze d’epoca sui mutamenti di costume in Italia tra gli anni Sessanta e Settanta grazie alla liberazione
sessuale e al movimento femminista.

Alle 22.30 l’anteprima nazionale di «Une passeuse» (Fra, 2008, 55′) alla presenza della regista Claire Ruppi. Il film è un ritratto di Jackie Buet creatrice, insieme
a Elisabeth Trehard, del Festival dei film delle donne di Créteil. Nel pomeriggio del venerdì, spazio al cinema d’altri tempi: alle 16 «I nostri sogni»
(Italia, 1942, 89′) di Vittorio Cottafavi: la storia di un giovane squattrinato che si finge ricco per portare a teatro la donna di cui si è innamorato. A seguire
«Stasera niente di nuovo» (Italia, 1942, 89′) di Mario Mattoli, protagonista la splendida Alida Valli, per l’occasione interprete della leggendaria canzone
«Ma l’amore no». Alle 19 la tavola rotonda «Io tu e le rose», storie e memorie fiorentine, con Alina Marazzi, in collaborazione con l’associazione
«Il Giardino dei Ciliegi».

Al cinema in centro? E dove parcheggio?

Grazie alla convenzione di Mediateca Toscana con Firenze Parcheggi e Garage Europa, il pubblico della «50 Giorni» potrà parcheggiare l’auto nei parcheggi alla
Stazione, alla Fortezza da Basso, al Binario 16 lungo le mura, ma anche al Garage Europa di Borgo Ognissanti, usufruendo di un forte sconto dietro presentazione del biglietto di sala.

 

Leggi Anche
Scrivi un commento