Firenze: Cavalli Club

Firenze: Cavalli Club

Ricavato in una ex-chiesa accanto alla basilica del Carmine, un grande contenitore specchiante situato al centro della navata senza alcun reale impatto sul sito architettonico unisce tradizione e
innovazione per un locale eccentrico ed avveniristico che interpreta perfettamente il dna della maison fiorentina.

Cavalli Club, un locale cangiante nel corso delle ore: da bar a ristorante dalla cucina moderna, ma anche club per spettacoli e live music. Tra sacro e profano, passato e futuro, il Cavalli Club
è ospitato all’interno di una struttura di immenso valore storico: un locale voltato, anticamente adibito al culto religioso, adiacente alla basilica di Santa Maria del Carmine, la stessa
che ospita, nella cappella Brancacci, gli affreschi di Masaccio e Masolino.

Degradato da interventi spuri nel corso dei secoli, il locale è stato completamente restaurato da Roberto Cavalli, che ne ha fatto così dono alla città di Firenze.

RISTORANTE

Salendo al primo piano, il ristorante Cavalli Club con i suoi 50 coperti propone internazionalità e tradizioni gastronomiche come capisaldi della sua cucina. Nel menù,
principalmente a base di pesce, spiccano tra gli antipasti:

“Insalatina di astice alla mediterranea con avocados e lime”,
“Tempura di gamberoni e fiori di zucca con salsa agrodolce” e
“Gran piatto di Crudo di mare”

Come Primi piatti:

“Risotto Cavalli Club” a base di mazzancolle
(piatto ideato da Roberto Cavalli in persona per il suo Just Cavalli Café di Milano), e
“Paccheri agli scampi cotti e crudi”

Fra i secondi:

“Filetto al rosso Cavalli Selection con galletta di patate”,
“Tonno del mediterraneo al sesamo con caponatina di verdure al basilico” e
“Vitello con impanatura di nocciole ed erbe aromatiche servito con mele alla senape e asparagi”

Massima cura nel servizio delle portate, tutte presentate ed arricchite come i vestiti della maison. Menù in continua evoluzione in base alla stagionalità dei prodotti.

AMERICAN BAR

Al banco bar regna sovrana la Vodka Roberto Cavalli dal suo design accattivante. Con il suo sapore avvolgente e sofisticato, la troviamo nella linea di cocktails firmata dallo stilista: “Cavalli
Serpentine” (vodka RC, crema di amarene, succo di lime), “Cavalli Leopard” (vodka RC, Martini dry, un cappero) e “Cavalli Scorpion” (vodka RC, succo di mirtillo, vermouth Noilly Prat, crema di
pesca).

Presente anche la collezione di vino marchiata Cavalli “Tenuta degli Dei”. Una composizione di Merlot, Cabernet sauvignon, Cabernet franc, Petit Verdot e Alicante.

PROGRAMMA MAGGIO:

MERCOLEDI’
*House Sweet 33*

Ogni mercoledì selezioni glam-house con una girandola di ospiti del panorama nazionale ed internazionale. Serata a cura di Maurizio Bendinelli.

GIOVEDI’
“FLOWER PARTY”

Coloratissimi party a tema floreale al Cavalli Club. Con l’appuntamento Flower party si dedica una serata ai mitici anni ’60 e ’70, ricontestualizzando l’atmosfera del mondo hippies secondo i
canoni della moda contemporanea. Segue selezione di musica house e gipsy-house.

VENERDI’
*RED CARPET* Fashion Night

Proseguono le serate “Red Carpet” al Cavalli Club, la notte che propone sul palco della ex chiesa adiacente alla Basilica del Carmine il meglio in quanto a djs e live band italiani. Presenzia la
consolle Nicola Zucchi. Resident dal 2001al Pineta, la carriera di Nicola Zucchi lo ha visto collaborare con numerosi club a livello nazionale. Le feste in cui si è esibito sono sempre
molto esclusive: come il party di chiusura dell’Isola dei Famosi, il Gran Galà del Pineta all’hotel Principe di Savoia a Milano ed al party “Les Etoiles” durante il festival del Cinema di
Venezia ed un ciclo di one-night firmate “Made in Italy” a New York.

Le sue sonorità sono fortemente influenze dalla Disco anni ‘70, dal Soul e dal Funk. Il suo stile è ispirato all’house francese sullo stile di Dimitri From Paris, Martin
Solveig, Bob Sinclar (con cui ha un forte legame d amicizia) e David Guetta. Durante i suoi set si passa dalla disco alla garage, dal tribale alla happy, mantenendo sempre una elevata dose di
raffinatezza stilistica.

SABAT
Rock‘n’Roll e Indie Rock

Una nuova notte dal sapore rock’n’roll ed Indie Rock con musica dal vivo e ospiti a sorpresa in consolle.

DOMENICA

Aperitivo dalle 19
A seguire happy music con Dj Marny
Aperitivo ore 19
Cena alla carta dalle 20
Live Music h 21,30
Dj set h 23,30
Ingresso su invito o lista

Cavalli Club

Piazza del Carmine 7/R-8/R
50124 – Firenze
Aperto dal Martedì alla Domenica
Dalle 19 alle 3
SERVIZIO VALET PARKING
FREE ENTRANCE – DOOR SELECTION
Tel: 055.211650
Fax: 055.2656595
www.cavalliclub.com

Firenze: Cavalli Club

Firenze: Cavalli Club

Ricavato in una ex-chiesa accanto alla basilica del Carmine, un grande contenitore specchiante situato al centro della navata senza alcun reale impatto sul sito architettonico unisce tradizione e
innovazione per un locale eccentrico ed avveniristico che interpreta perfettamente il dna della maison fiorentina.

Un locale cangiante nel corso delle ore: da bar a ristorante dalla cucina moderna, ma anche club per spettacoli e live music.

Tra sacro e profano, passato e futuro, il Cavalli Club è ospitato all’interno di una struttura di immenso valore storico: un locale voltato, anticamente adibito al culto religioso,
adiacente alla basilica di Santa Maria del Carmine, la stessa che ospita, nella cappella Brancacci, gli affreschi di Masaccio e Masolino. Degradato da interventi spuri nel corso dei secoli, il
locale è stato completamente restaurato da Roberto Cavalli, che ne ha fatto così dono alla città di Firenze.

RISTORANTE

Salendo al primo piano, il ristorante Cavalli Club con i suoi 50 coperti propone internazionalità e tradizioni gastronomiche come capisaldi della sua cucina. Nel menù,
principalmente a base di pesce, spiccano tra gli antipasti «Insalatina di astice alla mediterranea con avocados e lime», «Tempura di gamberoni e fiori di zucca con salsa
agrodolce» e «Gran piatto di Crudo di mare». Come Primi piatti il «Risotto Cavalli Club» – a base di mazzancolle (piatto ideato da Roberto Cavalli in persona per il
suo Just Cavalli Café di Milano), e «Paccheri agli scampi cotti e crudi». Fra i secondi «Filetto al rosso Cavalli Selection con galletta di patate», «Tonno
del mediterraneo al sesamo con caponatina di verdure al basilico» e «Vitello con impanatura di nocciole ed erbe aromatiche servito con mele alla senape e asparagi».

Massima cura nel servizio delle portate, tutte presentate ed arricchite come i vestiti della maison. Menù in continua evoluzione in base alla stagionalità dei prodotti.

AMERICAN BAR

Al banco bar regna sovrana la Vodka Roberto Cavalli dal suo design accattivante. Con il suo sapore avvolgente e sofisticato, la troviamo nella linea di cocktails firmata dallo stilista:
«Cavalli Serpentine» (vodka RC, crema di amarene, succo di lime), «Cavalli Leopard» (vodka RC, Martini dry, un cappero) e «Cavalli Scorpion» (vodka RC, succo
di mirtillo, vermouth Noilly Prat, crema di pesca).

Presente anche la collezione di vino marchiata Cavalli «Tenuta degli Dei». Una composizione di Merlot, Cabernet sauvignon, Cabernet franc, Petit Verdot e Alicante.

Chief Art director: Maurizio Bendinelli

Da 10 anni al timone delle realtà più prestigiose della Riviera Versiliese. Nelle stagioni 2002/2003 è stato dei massimi fautori del successo del Twiga. Dal 2003 al 2005
passa alla Capannina de Franceschi conferendogli la sua tipica impronta di ricercatezza. Dopo un ultimo periodo alla direzione del Twiga, adesso approda al Cavalli Club per una nuova scommessa
che lo vedrà confrontarsi con il non facile pubblico fiorentino.

PROGRAMMA APRILE:

Mercoledì 8 aprile

«Honour Guest»
LITTLE LOUIE VEGA
From MASTER AT WORK – New York City U.S.A.

Torna in Italia, per una notte al Cavalli Club di Firenze, l’indiscusso principe della scena house mondiale:

«LITTLE» LOUIE VEGA

Little Louie Vega indiscusso principe della scena house mondiale, maestro della consolle oltre che profeta del remix: un artista, per rendere l’idea, a cui da tempo si rivolgono big come Madonna,
Michael Jackson, Lisa Stansfield, Soul II Soul, George Benson, Donna Summer. Figlio d’arte – il padre Louie Vega Sr. è un compositore di musica jazz e latino-americana mentre lo zio Hector
la Voe è un acclamato cantante di salsa. Little Louie Vega dimostra sin dagli esordi una grande dimestichezza con la consolle e con il mixer. Il suo stile originalissimo e soprattutto la
grande abilità nel miscelare stili apparentemente inconciliabili (hip hop, house, jazz, latin roots…) non passano inosservati: non ancora ventenne è già una star, nel giro
di pochi mesi, passa dai piccoli club del nightlife di New York a blasonati ritrovi come il Devils Nest, l’Heartthrob e lo Studio 54. Ed è qui che lo notano produttori e manager del
business discografico: al fianco di Kenny «Dope» Gonzales, fonda il «Masters At Work», una label specializzata nei remix e nella produzione discografica. Dalle mani di
questi due demiurghi della dance 90 passano brani come Al Women di Lisa Stansfield, Buddy X di Neneh Cherry, Driving degli Everything But The Girl, I Feel Love di Donna Summer, Rock With You e
Don’t Stop Till You Get Enough di Michael Jackson, Runaway di Dee Lite. Nonostante i molteplici impegni discografici, Little Louie Vega continua tuttora la propria attività di deejay:
«è più forte di me» ammette lui stesso. Il suo sound si può sentire nei migliori club europei ed americani. Il suo stile? Un house eclettico, aperto a suoni hip
hop e soprattutto latin- jazz. Little Louie Vega rappresenta un guru per i nottambuli di tutto il globo.

Giovedì 16 aprile

«FLOWER PARTY»

Un coloratissimo party a tema floreale al Cavalli Club.

Con il Flower party si dedicherà una serata ai mitici anni ’60 e ’70, ricontestualizzando l’atmosfera del mondo hippies secondo i canoni della moda contemporanea.

Aperitivo ore 19
Cena alla carta dalle 20
Live Music h 21,30
Dj set h 23,30
Ingresso su invito o lista

Cavalli Club

Piazza del Carmine 7/R-8/R
50124 – Firenze
Aperto dal Martedì alla Domenica
Dalle 19 alle 3
SERVIZIO VALET PARKING
FREE ENTRANCE – DOOR SELECTION
Tel: 055.211650
Fax: 055.2656595
www.cavalliclub.com

Leggi Anche
Scrivi un commento