«Fiorentina»: positivo il commento della Cia Toscana alla decisione della Commissione Ue

Firenze – E’ definitivo: la bistecca alla fiorentina, quella vera con l’osso, può tornare nei piatti, è la decisione della Commissione europea che ha dato il via libera
alla commercializzazione di bistecca fiorentina, con l’osso, ottenuta da animali adulti fino a 30 mesi, proibita a seguito dell’emergenza «mucca pazza» dal 31 marzo del 2001.

«Una decisione importante -commenta Valentino Vannelli, vicepresidente della Cia Toscana- che riconosce e premia l’impegno costante degli allevatori toscani e italiani, orientati da
sempre alla qualità, alla sicurezza alimentare e alla genuinità delle produzioni. Una decisione che premia anche, d’altra parte, la nostra consapevolezza sulla garanzia di
sicurezza rappresentata dai nostri allevamenti, grazie al costante impegno da parte dei produttori.

Auspichiamo che casi simili non si debbano verificare ancora considerata la posta in gioco: in primis per la salute umana ma anche per l’altro prezzo che la categoria e il comparto zootecnico
hanno pagato a seguito dell’allarme Bse. Ci auguriamo anzi -conclude Vannelli- che la decisione comunitaria favorisca la ripresa dei consumi di carne bovina, al momento caratterizzata da un
trend decisamente negativo».

Leggi Anche
Scrivi un commento