Federconsumatori chiede normative rigide in tema alimentare

I tragici fatti verificatisi in Spagna, a causa di un’incubazione molto lunga (di oltre 10 anni) del prione che ha portato fino al fatale evento, danno ragione alla battaglia che, negli anni
passati, abbiamo condotto in direzione di una maggiore chiarezza e trasparenza, tale battaglia ha portato all’attuazione, da parte della Comunità Europea, di norme estremamente rigide
per quanto riguarda il consumo alimentare della carne nei paesi europei.

Innanzitutto mettendo fuori legge l’utilizzo delle farine animali nell’alimentazione dei bovini, inoltre scarto e distruzione delle parti a rischio per il contagio da prione,
tracciabilità e rintracciabilità con la indicazione obbligatoria dell’origine della carne.
Ciò dimostra che, sulle questioni alimentari, oltre alla massima attenzione, alle verifiche, ai controlli ed alle necessarie sanzioni, si deve sempre aggiungere chiarezza e trasparenza
nella comunicazione e nell’informazione di tutti i fatti che accadono attorno a questo delicatissimo problema.

Aggiungiamo che tali norme, soprattutto relative all’origine ed alla tracciabilità, dovrebbero essere definite, come noi chiediamo da tempo, anche per gli altri tipi di carne, quali
quelle ovine e suine.

Leggi Anche
Scrivi un commento