EUROMOBIL ad ARTEFIERA

Il Gruppo Euromobil è main sponsor anche di questa edizione di Artefiera Art First, una presenza, quella dell’importante gruppo veneto, molto attiva, che va ben al di là del puro
supporto economico assicurato alla manifestazione bolognese.

Euromobil dipana in ed intorno ad Artefiera un suo preciso modello, creando occasioni e luoghi di incontro che non mancheranno di suscitare interesse, coinvolgimento, riflessione, contribuendo
a confermare al marchio del Gruppo quella precisa identità che i fratelli Antonio, Fiorenzo, Gaspare e Giancarlo Lucchetta vogliono mantenere e valorizzare.
Con la presenza ad Artefiera Euromobil vuole, per un verso, rivolgersi a chi, amando il contemporaneo, sa meglio cogliere il nuovo, la freschezza, gli stimoli delle solide proposte Euromobil.
Dall’altro il Gruppo vuole entrare e vivere il vortice di idee, proposte, emozioni suggerite dagli artisti presenti nella manifestazione bolognese, per trarne quelle emozioni che hanno sempre
assicurato alle creazioni del Gruppo nuovi spunti, nuove idee, nuovi paradigmi.
Come quelli proposti dal giovane videoartista della Repubblica Ceca Yakub Nepra? al quale lo scorso anno ad Artefiera «Art First» venne assegnata la prima edizione del Premio
Euromobil, in riconoscimento della «straordinaria precoce maturità dell’artista, in cui la padronanza dei nuovi media si coniuga con una creatività festosa e allo stesso
tempo profondamente analitica».

La seconda edizione del Premio Euromobil sarà assegnata nel corso della prossima manifestazione fieristica ad un artista under 30 tra quelli presentati dalle Gallerie ospitate a Bologna.
Immutato lo spirito del Premio: valorizzare la creatività dei giovani artisti offrendo al vincitore anche l’opportunità di esprimere il suo talento nell’ambito della ideazione o
di una «visione d’artista» di un prodotto di arredamento delle diverse linee Euromobil. La giuria che quest’anno assegnerà l’originale riconoscimento sarà composta,
oltre che dagli stessi Fratelli Lucchetta, da Silvia Evangelisti direttore di Artefiera «Art First», dal direttore del MAMBO Gianfranco Maraniello, dallo storico dell’Arte Philippe
Daverio, dal direttore Scientifico IED Aldo Colonnetti e dall’architetto e designer dell’azienda Roberto Gobbo. Tra le opere proposte dalle gallerie, la Giuria selezionerà quella
dell’artista vincitore. L’opera sarà acquistata dal Gruppo Euromobil ed entrerà quindi nell’importante Collezione di Falzè di Piave. L’artista verrà inoltre invitato
nella sede dell’azienda ad interagire, secondo la sua personale sensibilità e visione, con i prodotti del Gruppo. Potrà, con il supporto dei tecnici Euromobil, decidere di creare
un nuovo prodotto o, come ha scelto di fare il vincitore della prima edizione, «firmare» a suo modo un prodotto già esistente.
L’opera di Yacub Nepra? (una videoinstallazione intorno ad una chaise longe della linea Désirée) sarà presentata ad Artefiera 2008 all’interno del padiglione-installazione
«I luoghi dell’arte e I luoghi del design», uno spazio di 150 mq ospitato dal Padiglione 21 , fulcro e raccordo degli spazi in cui espongono le migliori gallerie d’arte.

Per questa sua installazione dedicata ai linguaggi dell’arte e del design, Euromobil ha chiesto la collaborazione, in veste di progettista, di Roberto Gobbo. Qui due artisti, Fabrizio Plessi,
italiano, indiscusso protagonista dell’arte contemporanea e il giovane Jakub Nepraŝ della Repubblica Ceka, vincitore appunto della prima edizione del Premio Euromobil Under 30, attraverso
le loro opere dialogano con il mondo del design. Otto frammenti progettuali suddivisi tra complementi e sistemi d’arredo domestici decontestualizzati, prodotti da Euromobil cucine, Zalf mobili
e Désirée divani, aziende appartenenti al Gruppo Euromobil, fanno da «cornice» a «Waterfire» di Plessi e a «Cultures» di Nepraŝ.
Protagonisti del design sono Marc Sadler, vincitore tra l’altro di due Compassi D’oro, lo stesso Roberto Gobbo, i giovani Edoardo Gherardi e Jai Jalan.
L’allestimento, strutturato su assi ortogonali e rigorosamente in colore bianco, è costituito da un basamento che contiene, oltre alle opere, dieci «totem logo» con schizzi
progettuali, immagini e biografie degli autori. A presentare in Fiera lo spazio-installazione «I luoghi dell’arte, I luoghi del design » saranno Philippe Daverio e Aldo
Colonnetti.
Per tutta la durata di Artefiera «Art First», «I luoghi dell’arte, I luoghi del design» saranno punto di incontro per artisti, critici e per gli appassionati, accolti
dai fratelli Lucchetta.
Euromobil firma anche una delle più importanti iniziative del «Fuori Fiera». Per iniziativa del Gruppo, infatti, lo spazio della Palazzina dell’Esprit Nouveau (in Piazza
della Costituzione, 11, accanto all’ingresso della Fiera) ospiterà una mostra curata da Philippe Daverio e Cristina Beltrami dedicata al maestro Carmelo Zotti recentemente
scomparso.
«L’esposizione – affermano i curatori – è l’occasione per ammirare una trentina di dipinti del maestro recentemente scomparso, accompagnati da una significativa selezione di
documenti d’archivio. Grazie infatti alla disponibilità della vedova, la pittrice Brigitte Brand, è stato possibile affiancare alle tele le lettere, le foto, i diari, gli appunti
e gli schizzi evidenziando la sottile trasformazione dell’immagine nel passaggio da idea a pittura, in un indissolubile legame tra arte e vita».

Leggi Anche
Scrivi un commento