Etichettatura: nuovi controlli dell'ICQ

«Fornire ai cittadini tutte le necessarie garanzie in materia di sicurezza alimentare e di etichettatura dei prodotti costituisce uno dei principali obiettivi del Ministero delle
politiche agricole alimentari e forestali ed è un compito che continuiamo a svolgere con la massima attenzione, nell’interesse dei consumatori e degli stessi operatori del settore
agroalimentare».

Con queste parole il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Paolo De Castro ha commentato i risultati dell’azione di controllo effettuata nei giorni scorsi dall’Ispettorato
centrale per il controllo della qualità dei prodotti agroalimentari (ICQ) sulla corretta etichettatura delle passate di pomodoro poste in commercio su tutto il territorio nazionale. Nel
corso delle verifiche, che hanno interessato complessivamente 322 operatori della distribuzione al dettaglio (GDO in prevalenza), presenti presso i principali centri urbani, sono stati
controllati circa 1.387 prodotti, riferibili a tutti i principali marchi commerciali a diffusione nazionale e locale.

La mancata indicazione della zona di origine del pomodoro fresco utilizzato, divenuta obbligatoria dal 1° gennaio 2008, è stata accertata in 39 casi, per i quali gli ispettori hanno
proceduto al sequestro di oltre 24.000 confezioni di prodotto. «La corretta informazione sull’origine della materia prima impiegata nella produzione della passata di pomodoro – ha
spiegato il Ministro – costituisce per i consumatori un elemento fondamentale per effettuare scelte di acquisto consapevoli».

«L’azione di controllo effettuata dall’Ispettorato – ha aggiunto – garantisce questa scelta e nello stesso tempo tutela le produzioni italiane, evitando fenomeni di concorrenza sleale a
danno dei produttori onesti.» «In ogni caso – ha concluso il Ministro – il ridotto numero di prodotti risultati irregolari rispetto alla mole dei controlli eseguiti dall’Ispettorato
denota una sostanziale correttezza degli operatori della filiera e un diffuso rispetto delle regole poste a garanzia di consumatori e produttori».

Leggi Anche
Scrivi un commento