«Eracles»: operazione antimafia a Crotone, oltre 40 arresti

La Polizia di Stato di Crotone, investigatori del Servizio Centrale Operativo e della Sezione Criminalità Organizzata di Catanzaro stanno eseguendo 41 provvedimenti restrittivi nei
confronti di altrettante persone ritenute responsabili di associazione mafiosa, omicidi, estorsioni, traffico di stupefacenti ed altri gravi reati.

L’operazione costituisce la prima fase di intervento investigativo dopo i recenti omicidi riconducibili a contrasti sorti all’interno dei clan locali della ‘ndrangheta. Sono state colpite le
famiglie mafiose più influenti della città di Crotone e precisamente i clan VRENNA – CORIGLIANO – BONAVENTURA, con la conseguente cattura dei loro più autorevoli esponenti.
Le attività hanno consentito di delineare, infatti, le strutture e le strategie operative dei menzionati gruppi criminali, impegnati nel tentativo di penetrare il territorio crotonese,
nonché di definire i rapporti organici tra i clan in argomento con il gruppo MEGNA di Papanice, capitanato da Luca MEGNA, ucciso nei giorni scorsi in un agguato.

Tra i destinatari dei provvedimenti restrittivi sono annoverati alcuni dei componenti del gruppo di fuoco del clan RUSSELLI, dopo che gli stessi si erano staccati dal gruppo VRENNA, andando a
far parte dello schieramento mafioso dei Papaniciari (KR). Le famiglie mafiose VRENNA – CORIGLIANO – BONAVENTURA sono ritenute responsabili anche di numerose estorsioni, esercitate anche in
forma violenta, nei confronti di imprenditori del settore edile, nonché di esercizi commerciali diversi. Le indagini hanno permesso di individuare, responsabilità di soggetti
facenti parte dello stesso schieramento mafioso anche nella commissione di 2 omicidi (risalenti al 2000), determinati da dissidi sorti all’interno del menzionato cartello criminale. Nel corso
delle indagini sono emerse altre responsabilità penali in relazione ad atti intimidatori posti in essere nei confronti di poliziotti della Questura di Crotone. Durante le indagini, sono
stati individuati 3 arsenali a disposizione dei clan, con il conseguente sequestro di numerose armi da guerra ed esplosivo.

Leggi Anche
Scrivi un commento