ENEL: raccolta differenziata in tutte le sedi

Roma – Mille edifici, un milione e mezzo di metri quadrati, 30.000 persone: questi sono i numeri delle sedi di Enel in Italia, tutte interessate dal progetto «raccolta
differenziata» che, avviato in via sperimentale nel 2007, andrà a regime nel luglio di quest’anno.

Il progetto comporta l’installazione di 6.700 contenitori per la carta, 2.650 per la plastica e 1.710 per l’alluminio. Grazie all’impegno di tutte le persone che lavorano in Enel, ogni anno si
recupereranno, solo per quanto riguarda la carta, 320 tonnellate: evitando così l’emissione in atmosfera di 416 tonnellate all’anno di anidride carbonica (CO2), secondo i criteri diffusi
dal Comieco (Consorzio nazionale recupero e riciclo imballaggi).

«Riciclando la carta dei nostri uffici, con un piccolo ma importante gesto quotidiano, evitiamo emissioni di gas serra pari a quelle prodotte da 200 auto in un anno – spiega Andrea
Valcalda, responsabile del Progetto Ambiente e Innovazione di Enel. – Un contributo al rispetto per l’ambiente che è parte integrante dell’impegno di Enel per lo sviluppo sostenibile del
paese: un impegno che si esplica sul fronte delle attività industriali ma anche nei comportamenti delle persone che lavorano nella nostra azienda».

Enel ha stanziato oltre 4 miliardi di euro in 5 anni per lo sviluppo delle fonti rinnovabili e di progetti innovativi.

Leggi Anche
Scrivi un commento