Emilia Romagna: Fisco, Edifici rurali non soggetti all'ICI, il chiarimento di Coldiretti dopo l'allarme

I fabbricati rurali non dovranno pagare l’Ici. A comunicarlo, dopo l’allarme lanciato sui quotidiani all’indomani della sentenza della Corte di Cassazione (n° 2359
del 15 settembre 2008) e della presa di posizione dell’Anci dell’Emilia Romagna secondo cui la ruralità non era più una condizione sufficiente per non pagare
l’Ici, è la Coldiretti Provinciale (www.massacarrara.coldiretti.it) che sgombra ogni dubbio sulla assoggettabilità dei fabbricati rurali al pagamento
dell’Imposta Comunale Immobili.

“Il Governo – rassicura gli agricoltori apuo-lunigianesi Vincenzo Tongiani, Presidente Provinciale Coldiretti – si è impegnato a risolvere la questione nel
senso della non debenza del tributo per questo tipo di immobili. Come organizzazione ci siamo mossi subito per offrire una definitiva soluzione attraverso la predisposizione di un
emendamento così da eliminare ogni dubbio. I fabbricati rurali utilizzati nell’esercizio dell’attività agricola non possono essere assoggettati perché
l’Ici è un’imposta penalizzante per il mondo dell’agricoltura. Gli imprenditori e agricoltori possono stare tranquilli, soprattutto quelli della Lunigiana dove
gli edifici rurali sono tanti”.

 

 

Leggi Anche
Scrivi un commento