E’ sulla Gazzetta Ufficiale UE la richiesta di IGP per il riso del delta del Po

E’ sulla Gazzetta Ufficiale UE la richiesta di IGP per il riso del delta del Po

Sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea è stata pubblicata in data odierna (31 marzo 2009) la richiesta di protezione dell’Indicazione Gegrafica (I.G.P.) per il riso del delta del
Po. Ne da notizia Coldiretti Ferrara, rilevando che si tratta del primo passo verso l’ottenimento del marchio comunitario per un prodotto tipico della provincia di Ferrara e che nella proposta
di disciplinare di produzione riguarda i comuni di Comacchio, Goro, Codigoro, Lagosanto, Massa Fiscaglia, Migliaro, Migliarino, Ostellato, Mesola, Jolanda di Savoia e Berra.

Nel disciplinare di produzione sono indicate anche le caratteristiche merceologiche del riso e le caratteristiche dei terreni che possono essere idonei per la produzione di riso del delta del
Po IGP, che dovrà essere delle varietà Baldo, Carnaroli, Volano e Arborio.

Il marchio IPG potrà essere utilizzato sia nel territorio ferrarese che della provincia contigua di Rovigo, caratterizzate da peculiarità dei terreni, vicinanza al mare,
salinità elevata, particolare microclima che conferiscono al riso particolare sapidità e qualità.

Entro sei mesi dalla pubblicazione potranno pervenire osservazioni e opposizioni alla proposta di IGP, decorsi i quali si concluderà l’iter per arrivare alla certificazione del riso del
delta del Po con il suo logo identificativo specifico.

Leggi Anche
Scrivi un commento