Domenica 6 luglio appuntamento con “Castelli Aperti” nelle province di Alessandria, Asti e Cuneo

Domenica 6 luglio appuntamento con “Castelli Aperti” nelle province di Alessandria, Asti e Cuneo

Gli appuntamenti del 6 luglio in provincia di Alessandria

Villa Schella a Ovada

Villa Schella a Ovada

Prosegue la rassegna Castelli Aperti che dal 1996 consente ai visitatori di scoprire il meraviglioso patrimonio castellato del Piemonte.

Domenica 6 luglio, in provincia di Alessandria, aprirà eccezionalmente al pubblico l’affascinante Villa Schella a Ovada. La dimora ottocentesca è immersa in un parco con alberi secolari e deve la sua esistenza alla famiglia Parodi-Delfino, che nel XIX secolo acquistò una semplice cascina per trasformarla in villa.

I proprietari, appassionati di botanica e sempre alla ricerca di specie esotiche, dedicarono molte cure e attenzioni al parco che costituiva il naturale collegamento tra l’architettura della villa e il paesaggio circostante.

Domenica, sarà possibile visitare la villa e il parco accompagnati dalla proprietaria in un unico turno alle 16.00. E’ gradita la prenotazione al numero 333 4802393.

Le altre aperture di Castelli Aperti in provincia di Alessandria domenica 6 luglio

CASTELLO DI ROCCA GRIMALDA ore 15.00 – 18.00; visita guidata
CASTELLO DI UVIGLIE A ROSIGNANO MONFERRATO ore 10.30; visita guidata e previo appuntamento
CASTELLO DI TRISOBBIO (10.00-13.00 e 15.00-19.00; visite libere)
MUSEO LA TORRE E IL FIUME DI MASIO (visite libere dalle ore 15.00 alle ore 18.30)
MUSEO CIVICO  ARCHEOLOGICO DI ACQUI TERME (visite libere dalle ore 10.00-13.00 e 16.00-20.00)
VILLA LA SCRIVANA A VALMADONNA (15.00 – 17.30; Visita libera del parco e della cappella privata)

Gli appuntamenti del 6 luglio in provincia di Asti

Grazzano Badoglio

Grazzano Badoglio

Prosegue la rassegna Castelli Aperti che dal 1996 consente ai visitatori di scoprire il meraviglioso patrimonio castellato del Piemonte.

Domenica 6 luglio, a sud di Asti sono visitabili i castelli di Monastero Bormida e di Castelnuovo Calcea.

Il castello di Monastero Bormida (visita guidata ogni ora dalle 15 alle 18) era originariamente un monastero e la attuale torre era il campanile. Nel corso del XV secolo fu aggiunta una prima struttura difensiva dai marchesi del Carretto a cui fecero seguito successive ristrutturazioni ed ampliamenti, come l’arco di epoca medioevale che unisce il castello alla torre. Oggi il castello ha una facciata seicentesca e mantiene sul retro la loggia cinquecentesca che è anche visitabile. La famiglia Carretto a metà del XIX secolo cedette la proprietà alla famiglia Della Rovere a cui seguì la famiglia Polleri di Genova che la vendette al comune, attuale proprietario.

Nei locali del sottotetto del castello è visitabile la mostra Il Monferrato. 500 anni di arte, i grandi artisti di un piccolo Stato fino al 26 ottobre.

Sempre nell’astigiano sud è aperto il castello di Castelnuovo Calcea (visite libere dalle 9.00 alle 19.00) mentre ad Asti continua a Palazzo Mazzetti l’interessantissima mostra Asti nel Seicento. Artisti e committenti in una città di frontiera (ore 10.30 – 19.30; ingresso 5 euro intero; 3 euro ridotto).

Spostandosi a nord di Asti, domenica 6 luglio, sarà possibile effettuare il percorso guidato di Grazzano Badoglio. L’itinerario  (dalle 15.00 alle 17.30) si suddivide in due distinti siti (è possibile visitare entrambi o anche solo uno): “La casa museo Badoglio” in cui si visitano gli ambienti privati del maresciallo e dove le stanze raccolgono documenti e cimeli d’epoca e “La Chiesa Parrocchiale” fondata nel X secolo dal marchese Aleramo. All’interno, nella cappella della Madonna del Rosario è conservata la tomba di Aleramo. Nella Cappella dei Gesuiti, giuspatronato dei Gonzaga, si ammira invece una bellissima pala d’altare di Andrea Pozzo.

Per conoscere le strutture in dettaglio, per informazioni sugli orari, turni di visita e costi dei biglietti o consultare il sito: www.castelliaperti.it,  scrivere a info@castelliaperti.it o telefonare al numero verde della Regione Piemonte 800 – 329329

Gli appuntamenti del 6 luglio in provincia di Cuneo

Castello di Monesiglio

Castello di Monesiglio

Castelli Aperti: per domenica 6 luglio la rassegna propone un itinerario alla scoperta delle più affascinanti dimore storiche dell’Alta Langa. Protagonisti il Castello di Monesiglio, il castello di Prunetto e il castello di Saliceto

Continua la rassegna Castelli Aperti che quest’anno è giunta alla 19ma edizione coinvolgendo più di 60 strutture del Piemonte visitabili fino ad ottobre

Siamo sulle antiche strade del sale: i percorsi medioevali che vedevano il passaggio di spezie preziose e del sale (oro bianco del tempo) dai porti della Liguria alle città comunali di Alba e Asti. Questo è un territorio di importanza strategica per tutto il Medioevo che ha lasciato notevoli castelli per storia e bellezza.

Il castello di Saliceto (1° visita ore 15:00; 2° visita ore 16:30) fu edificato come fortilizio tra i secoli XII-XIII. Si presenta come una poderosa struttura a pianta trapezoidale, rinforzata da tre torri agli angoli. Il feudo appartenne prima al vescovo di Savona, poi al comune di Asti e dal 1251 al 1532 ai Del Carretto. Napoleone nel 1796 vi insediò il quartier generale per qualche tempo. Nella nicchia della “Sala delle armi” si può ammirare un ciclo pittorico trecentesco.

Il castello di Prunetto (ore 14.30 – 18.00. Visite guidate) risale probabilmente al XII-XIII secolo quando, attorno alla grande torre quadrata dell’XI secolo, i potenti Del Carretto innalzarono l’austero edificio. I Del Carretto, discendenti dei marchesi di Monferrato e di Saluzzo, costituirono il loro impero nel corso del XII secolo nei territori tra Savona, Alba e Acqui. Disgraziatamente si indebolirono nel tempo a causa di divisioni ereditarie e delle continue lotte intestine tra i numerosi rami della famiglia. Il castello passò poi agli Scarampi (XVI sec.) e, infine, nel 1735 ai Savoia. Oggi ospita anche il Museo del Mulo con l’attrezzatura del Corpo degli Alpini per l’utilizzo militare degli asini.

A pochi  chilometri da Prunetto è visitabile il castello di Monesiglio (ore 15.00 – 18.00), imponente complesso a forma allungata che si erge al sommo del poggio che domina l’abitato. Circa l’origine, le notizie sono piuttosto controverse; alcuni storici fanno risalire la costruzione addirittura al Marchese Aleramo (anno 967), altri alla famiglia Caldera verso il 1221. Il castello rimase proprietà dei Caldera fino al 1736, quando passò ai Marchesi Saluzzo di Monesiglio e Valgrana. Esso ebbe all’inizio una funzione difensiva, testimoniata dal poderoso mastio quadrato. Venute meno queste esigenze, venne trasformato in dimora residenziale senza alterarne la pianta (1573-1655). La cappella privata conserva rilevanti affreschi del ‘500.

Le altre aperture di Castelli Aperti domenica 6 luglio in provincia di Cuneo

CASTELLO DI SANFRE’ dalle 14.00 alle 19.00
CASTELLO DI GOVONE 10.00-12.00; 15.00-18.00
CASTELLO DELLA MANTA ore 10.00-18.00
CASTELLO DI LAGNASCO 9.30 – 12.30; 14.30 – 18.30
GIARDINI DI VILLA BRICHERASIO dalle 9.30 alle 12.30; dalle 14.30 alle 19.00
CASTELLO DI MONTICELLO ore 14.30-18.00
CASTELLO REALE E PARCO DI RACCONIGI: ore 9.00-19.30
CASTELLO DI SERRALUNGA: ore 11.0-13.00; 14.00-18.00 – Ultima visita ore 17.15.
CASTELLO DEL ROCCOLO DI BUSCA dalle 10.00 alle 19.00
MUSEO MALLE’ A DRONERO dalle 14.30 alle 19.00
PALAZZO BORELLI – SPAZIO LALLA ROMANO A DEMONTE 10.30-12.00 e 16.00-19.00
FORTE ALBERTINO DI VINADIO ore 10.00 – 19.00
FILATOIO DI CARAGLIO ore 10.00 – 19.00
MUSEO STORICO ETNOGRAFICO PROVINCIALE AUGUSTO DORO NEL CASTELLO DI ROCCA DE’ BALDI 14.30-18.30
BORGATA MUSEO BALMA BOVES: ore 10.00 – 19.00
PALAZZO SARRIOD LA TOUR A COSTIGLIOLE SALUZZO: ore 10.00-19.00

SISTEMA URBANO INTEGRATO DI MONDOVI’
TORRE CIVICA DEL BELVEDERE ore 15.00-18.00
MUSEO CIVICO DELLA STAMPA ore 15.00-18.00
MUSEO DELLA CERAMICA ore 10.00-18.00

CIRCUITO DI VISITA DI SAVIGLIANO
MUSEO CIVICO A.OLMO E GIPSOTECA D. CALANDRA: ore 10.00-13.00; 15.00-18.30
TORRE CIVICA: ore 10.00-12.30; 14.30-18.30. Per la visita rivolgersi all’Ufficio Turistico.
PALAZZO TAFFINI D’ACCEGLIO: ore 10.00-12.30; 14.30-18.30. Per la visita rivolgersi all’Ufficio Turistico.

SISTEMA MUSEALE URBANO DI BRA:
MUSEO CIVICO CRAVERI: ore 10.00-12,30; 15.00-18.00
MUSEO CIVICO DI PALAZZO TRAVERSA: ore  10.00-12,30; 15.00-18.00
MUSEO DEL GIOCATTOLO: ore 10,00-12,30; 15,00-18,30

 Per conoscere le strutture in dettaglio, per informazioni sugli orari, turni di visita e costi dei biglietti o consultare il sito: www.castelliaperti.it,  scrivere a info@castelliaperti.it o telefonare al numero verde della Regione Piemonte 800 – 329329

Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento