Diritti dei cittadini stranieri, una rete toscana di sportelli informativi

Firenze – Creare una rete regionale di sportelli informativi attraverso la quale i cittadini stranieri che risiedono in Toscana possano avere accesso a tutte le informazioni
riguardanti il proprio status giuridico e ricevere assistenza, sostegno e consulenza per tutte le pratiche: dal rilascio e rinnovo del permesso di soggiorno alla concessione della cittadinanza,
dalle autorizzazioni all’ingresso per motivi di lavoro al nulla osta al ricongiungimento familiare.

Regione e Anci Toscana hanno firmato stamattina, negli uffici dell’assessorato alle politiche sociali, un protocollo d’intesa che punta a creare una rete informativa che permetta il pieno
riconoscimento e la promozione dei diritti dei cittadini stranieri che vivono, lavorano e studiano in Toscana.
La rete di sportelli, adeguatamente strutturata e coordinata, dovrà rappresentare anche il punto di incontro di tutti gli enti che operano sul territorio per lo scambio, l’elaborazione e
l’applicazione della normativa, anche alla luce delle novità attese in materia a livello nazionale. Inoltre permetterà di standardizzare, a livello regionale, tutte le pratiche
amministrative riguardanti gli immigrati, di rafforzare i servizi informativi esistenti e di realizzarne di nuovi nelle zone dove non esistono.

In base al protocollo Anci Toscana curerà la predisposizione di progetti: per la formazione degli operatori degli sportelli, per la realizzazione, il rafforzamento e la promozione di
reti locali dei punti informativi dove sarà possibile lo scambio ed il confronto di esperienze tra gli operatori, la soluzione di problemi e la qualificazione dei servizi e per la
costituzione di un servizio di assistenza e consulenza rivolto agli operatori stessi. La Regione provvederà al monitoraggio dei progetti e metterà a disposizione 350 mila euro per
l’attuazione delle azioni previste nel protocollo.

Federico Taverniti

Leggi Anche
Scrivi un commento