Credito: protocollo tra Fiditalia e Adiconsum

Fiditalia, una delle società leader nel settore del credito al consumo, e Adiconsum, una della principali associazioni di consumatori attiva su tutto il territorio nazionale, hanno
annunciato oggi la firma di un accordo di collaborazione per contrastare il fenomeno del sovra-indebitamento e dell’usura a favore di un accesso legale al credito.

L’accordo prevede la concessione e l’erogazione di prestiti personali, fino a 26.000 Euro, a favore di soggetti a rischio che si rivolgono agli appositi Sportelli Famiglia istituiti da
Adiconsum.
Il Fondo di 5 milioni di Euro, stanziato da Fiditalia, si affianca al Fondo Anti-Usura del Ministero dell’Economia e delle Finanze, gestito dal 1998 da Adiconsum, creando, di fatto, un nuovo
strumento di accesso legale al credito in grado di rispondere alle richieste di aiuto dei consumatori in difficoltà economiche.
La valutazione delle richieste, la selezione e l’istruttoria delle pratiche saranno curate da Adiconsum impegnata da anni, attraverso gli Sportelli Famiglia, nelle prevenzione e nella lotta
all’usura. I prestiti personali verranno erogati da Fiditalia secondo gli stessi criteri e le stesse modalità di accesso adottati dal Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Tra le condizioni di accesso al Fondo:

1. effettivo stato di bisogno del richiedente e serietà della ragione dell’indebitamento
2. capacità di rimborso del finanziamento concesso
3. entità dell’indebitamento non superiore a 26.000 euro (escludendo il mutuo casa se in regola con i pagamenti delle rate)
4. sottoscrizione del debito per esigenze personali, e non per conto di esigenze d’impresa

In qualità di attore primario che opera in modo responsabile nel settore del credito al consumo – commenta Egidio Marsico, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Fiditalia – non
possiamo non confrontarci con il rischio del sovra-indebitamento e il problema dell’usura che, seppur circoscritto, rappresenta una realtà. L’accordo con Adiconsum è
un’opportunità concreta per agire in questa direzione. Siamo convinti che il credito al consumo può e deve essere percepito come uno strumento di sviluppo, ma siamo altrettanto
consapevoli che in questo gioca un ruolo fondamentale l’educazione al ricorso al credito.

Paolo Landi, Segretario Generale di Adiconsum ha commentato: Il Fondo di Prevenzione dell’usura gestito da Adiconsum ha consentito in questi anni di rispondere positivamente ad oltre un
migliaio di famiglie sia direttamente con interventi del Fondo sia attraverso il rapporto negoziale con il sistema creditizio per risolvere i loro problemi. La convenzione con Fiditalia amplia
i limitati fondi a disposizione e potrà consentire interventi su un numero maggiore di famiglie nell’ambito e nel rispetto delle regole già collaudate per il Fondo di prevenzione
usura del Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Leggi Anche
Scrivi un commento