Convegno sulla cooperazione sociale e il lavoro delle persone svantaggiate

Torino – A dieci anni dal primo convegno regionale, la Regione Piemonte e la Città di Torino promuovono un nuovo incontro per fare il punto sulla situazione e sulle
prospettive della cooperazione sociale di inserimento lavorativo.

L’occasione è offerta dal convegno «La cooperazione sociale di tipo B e il lavoro delle persone svantaggiate: bilancio e prospettive», in programma venerdì 29
febbraio e sabato 1° marzo, presso il Centro Congressi della Regione Piemonte (corso Stati Uniti 23, Torino).
Le politiche per l’inserimento nella società delle fasce marginali, attraverso il lavoro, rappresentano infatti l’oggetto fondamentale della cooperazione sociale di tipo B, un modello
che, negli anni, ha consentito ad un considerevole numero di persone svantaggiate di ottenere un’occupazione stabile ed economicamente retribuita.

Il convegno intende offrire uno spazio di riflessione per analizzare criticità riscontrate, esperienze realizzate, opportunità offerte dalla normativa, nuovi possibili mercati,
indirizzi, proposte e sviluppi, tesi a rafforzare un settore di economia sociale capace di collegare tra loro politiche sociali e politiche del lavoro, inclusione sociale/lavorativa e sviluppo
economico, qualità dei servizi e aiuto alle persone svantaggiate.

I lavori vedranno il contributo e il confronto di tutti i soggetti interessati: amministrazioni pubbliche (Province, Comuni, A.S.L./A.S.O., Enti gestori delle funzioni socio-assistenziali,
Comunità montane ecc.), mondo della cooperazione sociale, servizi sociali e sanitari, servizi per il lavoro, terzo settore, sistema delle imprese, organizzazioni sindacali, attori
pubblici e privati che a vario titolo sono impegnati nel più vasto progetto di riorganizzazione e modernizzazione del sistema di protezione sociale in atto nel paese.

Previsto nell’ambito della Conferenza regionale della cooperazione sociale per rilanciare gli affidamenti pubblici e la promozione della cooperazione di tipo B, il convegno si propone inoltre
di stimolare il dibattito e la riflessione, anche sul piano nazionale, a 15 anni dall’approvazione della Legge n. 381/91 e alla luce dei processi di profonda modificazione socio-economica e dei
percorsi di innovazione normativa (nazionali ed europei) delle politiche del lavoro per le fasce deboli.

Per informazioni:
http://www.regione.piemonte.it/polsoc/index.htm
La brochure del convegno

Leggi Anche
Scrivi un commento