«Conrad Marca-Relli e l’Espressionismo Astratto Americano»

 

Molti si chiedono perché Marca-Relli, pur essendo presente nei più importanti musei americani, dal MoMA al Metropolitan, dal Guggenheim al Withney, e unanimemente
riconosciuto come uno dei massimi esponenti dell’Espressionismo Astratto, non goda della stessa notorietà dei più celebri Pollock, Kline, De Kooning, Rothko. Quale
può essere il motivo che ne ha spesso escluso la memoria da parte di chi continua ad indagare quel periodo? Questione di temperamento, di carattere difficile, di rapporto
contrastato con il mercato, di strategie commerciali? Il suo coraggio di non voler piacere a tutti? Il costante rifiuto di essere coinvolto, di non voler apparire? O forse è la
difficoltà di chiuderlo in un’etichetta? Marca-Relli in effetti non ha nulla, con la sua arte del costruire, della casualità programmatica dell’action painting, usa
il collage quasi fosse una nuova forma di colore.

«La popolarità – diceva – fa male alla ricerca di un artista perché corre il rischio di sedersi per ascoltare i complimenti che gli vengono rivolti».
Marca-Relli non si è mai seduto, è andato caparbiamente avanti. L’incontro si propone di chiarire finalmente non certo l’indiscussa importanza di Marca-Relli,
sulla quale nulla c’è più da aggiungere, ma il colpevole ritardo con il quale molta critica lo ha marginalmente affrontato. È uno dei misteri che anche la
rassegna vuole dissipare: certo non si tratta di una ragione di qualità, perché l’eccellenza lirica delle opere di Marca-Relli in mostra (molte sono inedite) basta da sola
a vanificare i luoghi comuni e i falsi preconcetti che ruotano intorno alla figura dell’artista.

Intervengono:

David Anfam, critico e storico d’arte. Autore di numerose pubblicazioni sull’Espressionismo Astratto Americano

Bruno Corà, direttore del Museo d’Arte e coordinatore del Polo Culturale della Città di Lugano

Luigi Sansone, critico e storico d’arte

Ingresso libero fino ad esaurimento posti (per informazioni: 02.76009085)

 

Leggi Anche
Scrivi un commento