Confedilizia si chiede quanto e a cosa servano i consorzi di bonifica

Confedilizia si chiede quanto e a cosa servano i consorzi di bonifica

Roma – Straripamenti, allagamenti, smottamenti: a che servono risorse pagate ai consorzi di bonifica? A chiederselo è Confedilizia che interviene sui compiti istituzionali dei
consorzi bonifica alla luce dei danni provocati dal maltempo.   

“Di fronte a straripamenti, allagamenti, smottamenti e a tutti i danni idrogeologici che gravano in questi giorni in molte zone della Penisola  – afferma Confedilizia nella nota – , bisogna
chiedersi quale sia stato il destino dell’oltre mezzo miliardo di euro pagato annualmente dai proprietari a decine e decine di Consorzi di bonifica per essere difesi da fenomeni naturali”.

“A fronte di un sistema fondato su un autogoverno che non si confronta con nessuno – annota l’Organizzazione dei proprietari immobiliari – c’é da interrogarsi sull’utilità di
strutture che periodicamente vantano (nella miriade di cause che li sommerge, nei tribunali e nelle commissioni tributarie) la propria insostituibile funzione e che puntualmente vengono smentite
dagli eventi della natura”.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Commento ( 1 )
  1. renzo
    15 Aprile 2015 at 3:56 pm

    I consorzi di bonifica servono solo a bonificare le tasche dei cittadini, contravvenendo a quanto disposto dal RD 215/1933 e alla giurisprudenza della cassazione. ……… (sentenza C.T.P. Firenze n. 5 del 31/01/2005 depositata il 28/02/2005
    Che bello, ora sento parlare proposta di legge di deputati PD per l’abolizione di questi enti, e in Toscana al PD guai a toccarglieli.

Scrivi un commento