Collaborazione Ucima-Fiere di Parma in vista di Cibus Tec 2009

 

L’Ucima, Unione Costruttori Italiani Macchine Automatiche per il Confezionamento e l’Imballaggio, sarà tra i partner dell’edizione 2009 di Cibus Tec, Food Processing
& Packaging Exhibition, in programma a Parma dal 27 al 30 ottobre prossimi.

Lo hanno annunciato nei giorni scorsi Fabrizio Cattaneo, Direttore UCIMA, Domenico Lunghi e Beppe De Simone, rispettivamente Direttore e Segretario Generale di Fiere di Parma, al
termine di un incontro nel corso del quale sono emerse le forti convergenze strategiche e operative.

Cibus Tec 2009 sarà articolata, come di consuetudine, su tre rassegne principali, Tecnoconserve (tecnologie per la trasformazione dei prodotti vegetali), Milc (tecnologie
lattiero-casearie, con grande attenzione ai prodotti di tendenza) e Multitecno (tecnologie trasversali di imballaggio, etichettatura, igiene e sicurezza, tracciabilità ed
identificazione).

Di queste tre rassegne Multitecno è quella che più fa riferimento alle aziende associate UCIMA e che più di tutte, in questi anni, si è sviluppata
all’interno di Cibus Tec.

La biennale della meccanica specializzata per l’industria alimentare vivrà anche di focus tematici su pasta fresca industriale, catena del freddo, logistica e attrezzature
per laboratori, succhi di frutta, IV e V gamma, e, grazie all’intesa operativa con UCIMA, di possibili ulteriori approfondimenti nel settore dell’imballaggio e del
fine-linea del processo dei liquidi alimentari.

Tema di grande attualità, quest’ultimo, a cui Cibus Tec 2009 dedicherà, grazie alla co-organizzazione di UCIMA e Fiere di Parma, una giornata di studi internazionale
che riunirà a Parma le più importanti Associazioni europee che raggruppano le aziende leader nel settore delle tecnologie avanzate di bottling dei liquidi alimentari.

L’intesa con l’Unione Costruttori Italiani Macchine Automatiche per il Confezionamento e l’Imballaggio si va ad aggiungere alle numerose e prestigiose partnership
(Federalimantare e diverse Associazioni Confindustriali di settore) e collaborazioni (Ministero dello Sviluppo Economico, Ministero per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali,
ICE, Regione Emilia Romagna) che sottolineano il ruolo di primo piano continentale di Cibus Tec che in settant’anni ha saputo confermarsi come la rassegna leader per le tecnologie
applicate alla trasformazione alimentare.

Cibus Tec 2009 potrà anche “contare” su di un nuovo layout ricettivo ed espositivo del quartiere fieristico di Parma: un progetto triennale di investimenti
infrastrutturali prevede una nuova struttura centrale d’ingresso, nuovi collegamenti coperti fra i vari padiglioni, l’adeguamento di tutte le strutture espositive esistenti
e il completamento della riqualificazione del fronte autostradale, oltre alla realizzazione di 3.000 nuovi posti auto. Investimenti ed infrastrutture che si vanno ad aggiungere a quelli
già stanziati e realizzati per il nuovo asse viario complanare all’Autostrada del Sole che dal maggio scorso mette in collegamento diretto il casello dell’A1 con il
quartiere fieristico di Parma.

 

Leggi Anche
Scrivi un commento