Coldiretti: per Marini corretta la posizione del Ministro Fazio, uccidono il Made in Italy

Coldiretti: per Marini corretta la posizione del Ministro Fazio, uccidono il Made in Italy

Il modello di sviluppo basato sul made in Italy, sulla diversificazione e sulla biodiversità è incompatibile con l’introduzione di organismi geneticamente modificati. La scelta di
non utilizzare OGM non è ideologica ma frutto di una precisa posizione economica che si rapporta anche con i cittadini consumatori.

Gli organismi geneticamente modificati (Ogm) spingono verso un modello di sviluppo che è il grande alleato dell’omologazione ed in grande nemico della tipicità, della
distintività e del Made in Italy. E’ quanto ha affermato il Presidente della Coldiretti Sergio Marini nell’esprimere apprezzamento per le parole del Ministro della Salute Ferruccio Fazio
al Cibus di Parma dove ha affermato che ”Sugli Ogm non vogliamo farci massificare da una logica globalizzata che va contro la tipicità del prodotto italiano”.

Una agricoltura moderna che vuole rispondere alle domande dei consumatori deve fare – ha sottolineato Marini – scelte coerenti con i bisogni di sicurezza alimentare e ambientale nel rispetto del
principio della precauzione, per non iniziare a percorrere strade senza ritorno. La scelta di non utilizzare Ogm non è quindi il frutto di un approccio ideologico, ma – ha concluso Marini
– riguarda una precisa posizione economica per il futuro di una agricoltura che vuole mantenere saldo il rapporto con i consumatori.

Leggi Anche
Scrivi un commento