Codacons: Benzina, contro il mancato calo dei prezzi alla pompa parte il boicottaggio dei consumatori

 

Nuova iniziativa di Intesaconsumatori (Adoc, Adusbef, Codacons e Federconsumatori) che si inserisce all’interno dello “sciopero della pagnotta” indetto per domani in
tutta Italia da 16 associazioni dei consumatori, come forma di protesta contro il caro-vita.

Domani 18 settembre, alle ore 11:30 in Piazza Montecitorio, dove si ritroveranno gli attivisti delle associazioni per richiamare l’attenzione delle istituzioni, la bella show-girl
SARA VARONE, alla presenza di un notaio, estrarrà da un’urna il nome della compagnia petrolifera che sarà oggetto di un boicottaggio da parte degli automobilisti.

“Visto il sovrapprezzo alla pompa di 8 centesimi di euro al litro, dovuto al mancato ribasso dei listini nonostante la caduta delle quotazioni del petrolio – spiegano Adoc,
Adusbef, Codacons e Federconsumatori – abbiamo deciso di dar vita al boicottaggio di una delle “9 sorelle”, compagnia che verrà scelta a caso mediante
estrazione. Gli automobilisti di tutta Italia saranno quindi chiamati a disertare per una intera settimana i distributori appartenenti al marchio estratto domani”.

L’iniziativa – spiega Intesaconsumatori – è volta a protestare contro le speculazioni sui prezzi dei carburanti, rimasti pressoché immobili alla pompa
nonostante la caduta libera delle quotazioni del petrolio, che dovrebbero determinare un calo dei listini pari ad almeno 8 centesimi di euro al litro.

Le associazioni hanno invitato anche Beppe Grillo a partecipare alla manifestazione.

Leggi Anche
Scrivi un commento